Wall Street ancora giù, il Dow Jones perde il 2,13%

12/10/2018 08:05:34

Seconda seduta consecutiva in pesante flessione per la Borsa di New York. Dopo il mercoledì nero gli indici hanno perso ancora terreno in un contesto di avversione al rischio da parte degli investitori, spaventati dai rischi di un rallentamento della crescita globale, dall'impatto negativo sui profitti aziendali della guerra commerciale, dalle critiche del presidente Trump alla politica monetaria della Fed ed ai crescenti rendimenti obbligazionari. Il Dow Jones ha perso il 2,13%, l'S&P 500 il 2,06% e il Nasdaq Composite l'1,25%.
Tutti negativi gli 11 principali indici settoriali. Maglia nera il comparto energetico in scia al brusco calo del petrolio. Pesante flessione anche per le banche.
Tra i titoli in evidenza Delta Air Lines +3,6%. La compagnia aerea ha annunciato un utile per azione adjusted trimestrale superiore alle attese (1,80 dollari contro 1,74 dollari del consensus).
Costco Wholesale +0,35%. Il colosso degli ipermercati ha comunicato vendite nette in progresso del 10,3% annuo in settembre a 12,37 miliardi di dollari. Nelle cinque settimane allo scorso 7 ottobre (primo mese dell'esercizio 2019), la crescita delle vendite a perimetro costante è stata dell'8,4% annuo, contro il 9,5% dell'intero precedente anno fiscale (chiuso il 2 settembre).
Lumentum +2,45%. JP Morgan ha alzato il rating sul titolo del gruppo di abbigliamento sportivo a overweight da neutral.
Walgreens Boots Alliance -1,95%. La catena drug store ha chiuso il quarto trimestre fiscale con un giro d'affari inferiore alle attese (33,44 miliardi di dollari contro i 33,84 miliardi del consensus).
Sears Holdings -29,7%. Secondo Reuters, il gruppo della distribuzione avrebbe sospeso i pagamenti ad alcuni fornitori, notizia che alimenta le speculazioni di un possibile fallimento.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha comunicato che nel mese di settembre l'indice grezzo dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,1% rispetto ad agosto risultando inferiore alle attese degli analisti e alla rilevazione precedente entrambe pari a +0,2%. Su base annuale l'indice si è attestato al 2,3%, in calo rispetto ad agosto (+2,7%) e inferiore al consensus (+2,4%) . L'indice Core (esclusi energetici ed alimentari) è cresciuto dello 0,1% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%). Su base annuale l'indice e' salito del 2,2% pari alla rilevazione precedente (consensus +2,3%).
Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 5 ottobre si sono attestate a 214 mila unità, superiori sia alle attese fissate a 211 mila unità che ai 207 mila unità della settimana precedente. Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione si attesta a 1,660 milioni, inferiore a 1,656 milioni della rilevazione precedente, rivisto da 1,650 milioni.

RV - www.ftaonline.com