Spread in allargamento a 302 punti base dopo le previsioni UE

09/11/2018 10:52:54

Ancora vendite sui titoli di Stato italiani a metà mattina. Il rendimento del BTP decennale italiano segna un rialzo di 5 punti base al 3,45% mentre quello del Bund tedesco cede 2 punti base e si riporta allo 0,43 per cento. Lo spread BTP/Bund si allarga dunque a 302 punti base.

Si complica il dialogo tra la Commissione Europea e il governo italiano sul tema della manovra che sembra ormai destinata all'avvio di un procedura di infrazione. Come noto entro il 13 novembre l'Italia deve rispondere alle obiezioni UE sul Documento programmatico di bilancio per i prossimi tre anni, ma ieri le previsioni d'Autunno della Commissione hanno ulteriormente scaldato il già difficile clima di confronto tra Roma e Bruxelles.

Le stime della Commissione si sono infatti allontanate notevolmente da quelle del governo italiano (già non in linea con le richieste UE) e giungono a prevedere nel prossimo biennio una crescita del Pil dell'1,2% e dell'1,3% contro l'1,5% e l'1,6% previsti da Roma (ma l'FMI è ancora più severo e calcola un +1% e un +0,9%). Sul fronte del debito/Pil la Commissione prevede un 131% circa stabile nei prossimi due anni contro il 130% e 128,1% delle stime governative. Soprattutto pesa il dato delle previsioni sul deficit che per Bruxelles sarebbe destinato a salire con la manovra al 2,9% e al 3,1% contro il 2,4% e il 2,1% stimati a Roma. Il deficit strutturale inoltre salirebbe per la Commissione al 3,0% e al 3,5% contro l'1,7% previsto per tre anni dal governo.

Numeri che a Roma aumentano il disagio con il ministro dell'Economia Giovanni Tria che parla di défaillance tecnica della Commissione e di analisi non attenta e parziale del Documento programmatico di bilancio.

GD - www.ftaonline.com