Il Punto sui Mercati

15/03/2019 13:00:53

Piazza Affari in moderato rialzo dopo l'ok del parlamento britannico per chiedere un'estensione dell'Articolo 50 e un conseguente rinvio dell' uscita dall'Europa almeno fino a giugno. L'indice Ftse Mib guadagna l'1,1%, il Ftse Italia All Share l'1% e il Ftse Italia Star lo 0,72%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 15 marzo:

El.En.

El.En. lancia un nuovo attacco agli ostacoli presenti in area 19,20, massimi di inizio mese allineati a quelli di novembre. Oltre questo limite il titolo estenderebbe la reazione partita a dicembre da 11,90 euro verso obiettivi a 20,50 circa e 23,20. Sotto 17,40 euro, media mobile esponenziale a 20 sedute, il quadro grafico di brevissimo termine potrebbe vacillare ma solo flessioni sotto 15,20 invierebbero segnali negativi preoccupanti preludendo a cali verso 14 e 11,90.
-Target: 20,50 euro
-Negazione: 15,20 euro
-RSI (14): neutrale

Reply

Reply risale velocemente la china in direzione di area 60 e più sopra verso 61,30, record di ottobre, e area 62, lato superiore del canale che contiene le oscillazioni degli ultimi tre mesi. La permanenza sopra area 54 permette di continuare a sponsorizzare l'ipotesi rialzista. Solo discese sotto area 53,70 potrebbero negare tali prospettive anticipando cali verso 50,70 euro.
-Target: 61,30 euro
-Negazione: 53,70 euro
-RSI (14): ipercomprato

Autogrill

Autogrill balza a ridosso dei primi ostacoli a 7,80 oltre i quali potrebbe riaffacciarsi sulla resistenza ben più ostica a 8 euro circa, massimi da inizio anno e punto di passaggio della media mobile a 100 giorni. Una vittoria su questo riferimento spianerebbe la strada al ritorno in area 8,90 circa, quota pari al 38,2% di ritracciamento del ribasso partito a dicembre 2017 e massimi praticamente allineati di ottobre e novembre. Sotto area 7, invece, rischio di cali verso 6,80 circa.
-Target: 8 euro
-Negazione: 7 euro
-RSI (14): neutrale

Recordati

Recordati accelera al rialzo oltre il picco dello scorso giugno a 35,28 euro inviando un segnale di forza degno di nota. Una stabilizzazione oltre questo riferimento permetterebbe di puntare verso 36,23 euro, minimo di dicembre 2017, poi in direzione di 38,90/39, infine sui record di novembre 2017 a 40,80 euro. Tali attese non troverebbero invece conferma nel caso di discese sotto area 32,80, preludio a cali verso 31,20 e 28,90 euro.
-Target: 38,90 euro
-Negazione: 32,80 euro
-RSI (14): ipercomprato

CC - www.ftaonline.com