Carige, rumors su investimenti di fondi nel titolo

14/02/2018 11:09:01

Carige sul riferimento a Piazza Affari in tarda mattinata: l'azione passa di mano a 0,0074 euro e si mantiene dunque su livelli non distanti dai minimi storici aggiornati a 0,0072 euro il 9 e il 13 febbraio scorso. Con oltre 531 milioni di azioni scambiate in mattinata si registra il passaggio dello 0,96% circa del capitale sul mercato. Il Messaggero ha riportato le indiscrezioni di un intervento sul titolo di fondi che presto potrebbero dichiarare di avere superato la soglia del 5% del capitale del gruppo che ha oggi come socio di riferimento i Malacalza al 20,6%, Gabriele Volpi al 9,08% e la SGA Spa del ministero delle Finanze al 5,39 per cento. Da ricordare che la SGA ha la gestione dei crediti deteriorati da 20 miliardi di euro originati dalla Popolare di Vicenza e da Veneto Banca prima del passaggio a Intesa Sanpaolo.

Ora l'eventuale intervento dei fondi su Carige alimenta diverse ipotesi vagliate stamane anche dal quotidiano MF che ipotizza non soltanto un intervento dettato dal deprezzamento recente del titolo della banca ligure, ma anche una possibile scommessa di questi investitori professionali in una possibile futura aggregazione di questo istituto con un'altra banca.
D'altronde nel corse delle ultime sedute hanno ripreso slancio le ipotesi di una nuova fase di M&A nel settore bancario italiano citando fra le possibili indiziate di un merger tutto da definire protagonisti come Mps, Banco BPM, Bper, Creval e Carige stessa. Una maxi-fusione tra queste cinque banche è stata ipotizzata di recente dall'analista di Equita Giovanni Razzoli che ha affermato che il consolidamento sarebbe la sola strategia per la sopravvivenza di questi istituti che pure hanno storie, caratteristiche e bilanci profondamente diversi.

GD - www.ftaonline.com