Borsa Usa: indici deboli dopo il dato sull'inflazione

14/02/2018 16:14:42

La Borsa di New York ha aperto la seduta all'insegna della debolezza dopo la pubblicazione del dato sull'inflazione (superiore alle attese). Il Dow Jones cede lo 0,2%, l'S&P 500 lo 0,1%. Sostanzialmente invariato il Nasdaq Composite.
Nel primo pomeriggio il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha comunicato che nel mese di gennaio l'indice grezzo dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,5% rispetto a dicembre al di sopra delle attese degli analisti pari al +0,3% e dal +0,2% precedente. Su base annuale l'indice ha registrato un incremento del 2,1%, pari al precedente (consensus +1,9%) . L'indice Core (esclusi energetici ed alimentari) è cresciuto dello 0,3% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%). Su base annuale l'indice e' salito dell'1,8% in linea con la rilevazione precedente e dopo l'incremento dell'1,7% di novembre (consensus +1,7%).
Le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di gennaio un calo dello 0,3% m/m, dopo un incremento dello 0,4% a dicembre, sotto le attese fissate su un incremento dello 0,2%. L'indice escluso il comparto auto è rimasto invariato dopo l'incremento dello 0,1% precedente (rivisto da +0,4%). Le attese erano per un indice pari al +0,5%.
Il dato sull'inflazione ha spinto il rendimento dei titoli di Stato Usa a 10 anni al 2,88%.
Tra i titoli in evidenza Fossil Group +70%. Il produttore di orologi ha presentato risultati relativi al quarto trimestre migliori per utili e ricavi ed ha fornito un outlook incoraggiante grazie alla focalizzazione del business sulla tecnologia indossabile e al balzo del 31% registrato dalle vendite online negli ultimi tre mesi dell'esercizio. Nel trimestre Fossil ha registrato una perdita netta di 79,9 milioni, pari a 1,65 dollari per azione, in gran parte a causa dell'impatto della riforma fiscale Usa. I ricavi sono calati da 959,2 a 920,8 milioni, a fronte di un eps in declino da 1,03 dollari a 64 centesimi. Il consensus degli analisti era però per 40 centesimi di utile e 890 milioni di giro d'affari.
Groupon -9%. Il sito di sconti e promozioni ha annunciato un utile trimestrale inferiore alle attese. Nel quarto trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 0,07 dollari contro i 9 centesimi del consensus.

RV - www.ftaonline.com