Da lunedì 3 Luglio contrattazioni su FIB e MiniFIB fino alle 20:30

La Consob, con delibera n. 20003 del 17 maggio 2017, ha approvato le modifiche al Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana (il “Regolamento”) deliberate dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 29 marzo 2017. Le relative Istruzioni al Regolamento (le “Istruzioni” ) sono state conseguentemente modificate.
Le modifiche in discorso riguardano la durata delle negoziazioni per i futures su indice.
La Consob con lettera del 18 maggio 2017, ha inoltre comunicato il proprio assenso con riguardo alle modifiche alle Istruzioni in tema di obblighi dei market maker e degli specialisti.
Le modifiche entrano in vigore il 3 luglio 2017.
***
Il processo di consultazione svoltosi nel mese di febbraio ha evidenziato un diffuso consenso sulla proposta di estensione degli orari. La sola osservazione emersa - da parte di un operatore - è stata quella di separare nettamente le sessioni diurna e serale per evitare impatti su chi non intendesse partecipare al trading after hours.
Borsa Italiana, poiché il modello proposto risulta conforme al funzionamento dei principali mercati esteri di derivati, nei quali le negoziazioni si svolgono senza interruzione fino a ben oltre le ore 20.30, ha ritenuto di non introdurre specificità nazionali e di confermare la continuità tra sessione diurna e serale, come proposta.
***
Estensione degli orari di negoziazione per i futures su indice FTSE MIB 
Si estende l’orario delle negoziazioni dei contratti futures sull’indice FTSE MIB e miniFutures sull’indice FTSE MIB, prevedendo l’allungamento delle negoziazioni dei contratti in parola fino alle ore 20.30.
La fase di negoziazione continua sarà articolata in due sessioni continue: una sessione diurna, che durerà, come oggi, fino alle ore 17.50 (17.49.59); e una sessione serale, dalle ore 17.50 alle ore 20.30. Pur essendovi continuità nelle negoziazioni tra sessione diurna e serale, il calcolo del prezzo di chiusura (prezzo di riferimento) dei contratti sarà effettuato da CC&G sulla base dei propri criteri, tenendo conto dei prezzi formatisi nella fase finale della sessione diurna; tale prezzo rappresenterà il prezzo di regolamento per i contratti negoziati nell’intera giornata.
Le proposte immesse nella sessione diurna, se non ancora eseguite o se parzialmente eseguite, potranno concludere contratto anche in sessione serale; tuttavia nella sessione serale i controlli automatici delle negoziazioni avranno luogo rispetto a un prezzo statico di controllo appositamente determinato e pari alla media ponderata del prezzo dei contratti conclusi in un predefinito intervallo temporale (dalle ore 17.30 alle ore 17.40).
Pertanto, le proposte immesse dalle ore 17.50, come anche i contratti della sessione serale, saranno validati con riguardo a tale prezzo statico di controllo.
I contratti, come di consueto, saranno validati anche in funzione del prezzo dinamico.
In relazione a tali parametri saranno altresì previsti specifici limiti di scostamento (Guida ai Parametri).
Ai fini della compensazione, si precisa che i contratti conclusi nel corso dell’intera seduta di negoziazione continua (diurna e serale) formeranno un’unica posizione contrattuale ai fini della loro marginazione e garanzia.
Si segnala che durante la sessione serale, per i contratti derivati in parola sarà prevista una nuova figura di market maker, cd. Extended Market Maker, con specifici obblighi di quotazione in continua.
La richiesta di operare come market maker in tale sessione può essere effettuata dai soggetti che operano come market maker nella sessione diurna, oppure da altri soggetti che intendano operare per il sostegno della liquidità solo nella sessione serale.
Gli operatori ammessi alle negoziazioni nel mercato IDEM saranno automaticamente abilitati a negoziare anche nella sessione serale. In proposito, si rammenta che il compliance officer e il referente della funzione di information technology devono essere reperibili durante l’orario di mercato.
Da ultimo si rappresenta che l’estensione degli orari di negoziazione dei contratti in discorso non determina l’estensione delle funzionalità di clearing rese disponibili da CC&G tramite la cd. BCS, che pertanto continueranno ad essere disponibili fino alle ore 18.30 per tutti i contratti negoziati nel mercato IDEM.
Obblighi dei market maker (e specialisti) 
Si prevede che gli obblighi di quotazione dei market maker (e specialisti) del mercato IDEM, segmento IDEM Equity si applichino a partire dalle ore 9.15 (anziché dalle ore 9.30, come attualmente previsto). L’inizio degli obblighi di quotazione dei market maker era stato a suo tempo previsto tenendo conto dell’orario di apertura della negoziazione continua nel mercato del sottostante che, dal 2005 ad oggi, è stato progressivamente anticipato dalle ore 9.10 alle ore 9.00.
A fronte di tali modifiche l’inizio degli obblighi dei market maker non era stato adeguato. L’attuale revisione riflette peraltro un avvicinamento alla prassi degli altri mercati di derivati. (Istruzioni art. IA.9.3.3, comma 4 futures su FTSE MIB; IA.9.3.5, comma 4, minifuture FTSE MIB; la modifica è estesa agli articoli IA.9.3.7, comma 3, FTSE MIB Dividend; IA.9.3.9, comma 4, Dividend futures; IA.9.3.11, comma 10, opzioni su FTSE MIB; IA.9.3.13, comma 13, stock options; IA.9.3.15, comma 8, stock futures)
FTAOnline News