Borsa italiana sopra la parità. Bene Eni e Piaggio

Borsa italiana sopra la parità. Bene Eni e Piaggio, vendite su Prysmian e Technogym. FTSE MIB +0,17%.

Il FTSE MIB segna +0,17%, il FTSE Italia All-Share +0,16%, il FTSE Italia Mid Cap +0,09%, il FTSE Italia STAR +0,33%.

BTP stabili. Il decennale rende il 2,63% (-1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 263 bp invariato) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 -0,2%, DAX -0,2%, CAC 40 -0,1%, IBEX 35 +0,1%.

Future sugli indici azionari americani poco sotto la parità: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial -0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,10%, NASDAQ Composite +0,19%, Dow Jones Industrial -0,32%.

Mercato azionario giapponese in verde, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,19%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,45%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,2% circa.

Eni +0,7% in evidenza tra i petroliferi: il greggio oscilla poco sotto i massimi da inizio novembre toccati nella notte. Il future giugno sul Brent segna 71,15 $/barile (da 71,30 circa), il future maggio sul WTI segna 64,55 $/barile (da 64,70 circa). Saipem +0,3%, Tenaris invariata.

Prysmian -2,5% debole dopo la notizia di nuovi problemi a Western Link: il sistema che trasporta energia dalla Scozia verso Inghilterra e Galles è stato messo fuori servizio dall'attivazione del sistema di protezione "durante l’esecuzione di ulteriori commissioning test". Western Link era tornato operativo lo scorso 23 marzo dopo lo stop del 20 febbraio causato dall'ennesimo guasto.

In verde Piaggio&C +2,1%. Voci di mercato riferiscono buone indicazioni dalle esportazioni indiane. Ricordiamo anche i buoni dati sulle immatricolazioni di moto e scooter in Italia a marzo: +27,1% a/a. Il consuntivo dei primi tre mesi dell'anno segna +17,2%.

Technogym, -4,4% a 10,35 euro, in netta flessione dopo che la controllante Wellness Holding (facente capo al fondatore, presidente e a.d. Nerio Alessandri) ha ceduto il 6,96% del capitale a 10,30 euro per azione, incassando complessivamente 144,2 milioni di euro. L’operazione è stata effettuata attraverso una procedura di accelerated bookbuilding riservata a investitori qualificati in Italia e istituzionali all’estero. Wellness Holding detiene ora il 44,78% del capitale sociale e il 61,86% dei diritti di voto.

TITOLO DEL GIORNO: FCA 
 Tonica FCA in avvio di settimana che tocca un massimo a 14,06 euro in scia alle indiscrezioni del Financial Times secondo cui il Lingotto eviterà le sanzioni UE sulle emissioni nel 2020 grazie ad un accordo con Tesla: il gruppo guidato da Michael Manley verserà al produttore americano di auto elettriche 110 milioni di dollari per poter conteggiare i veicoli a zero emissioni di Tesla nella propria flotta rispettando così il limite di 95 grammi per chilometro di Co2. Fidentiis conferma la raccomandazione "buy" e il target a 20-22 euro. L'agenzia Dbrs ha rivisto il merito di credito di FCA portandolo a BBB da BB, tra gli aspetti incoraggianti vengono citate una solida generazione di cassa e una consistente riduzione del debito. Il titolo ha toccato come accennato un massimo a 14,06 stabilizzandosi poi in area 14 euro dopo aver terminato venerdì a 13,732 euro. A 13,60/61 è stato superato il lato alto della fase laterale disegnata dai minimi di febbraio, un primo segnale di forza che necessita tuttavia ora della conferma con il superamento a 14,13 della trend line che scende dai massimi di giugno 2018 a 20,145 euro, linea praticamente coincidente con la media mobile esponenziale a 200 giorni. Target in quel caso a 15,31, sul picco del 6 febbraio, coincidente con il 38,2% di ritracciamento (percentuale di Fibonacci) del ribasso dal massimo dello scorso giugno. Resistenza successiva a 16 euro circa. Sotto area 13,60, i recenti segnali di forza, che come detto necessitano comunque ancora di conferme, verrebbero negati, rischio di ritorno all'interno della fase laterale appena abbandonata con base a 12,50 euro circa.
DATI ATTESI:
Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: alle 10:00 vendite al dettaglio Italia.
Negli USA alle 16:00 indice JOLTS (mercato del lavoro), alle 22:30 scorte settimanali petrolio (API).