Piazza Affari in parità, male lo spread su stallo crisi di governo. FTSE MIB +0,0%

14/01/2021 15:05:38

Piazza Affari in parità, male lo spread su stallo crisi di governo. FTSE MIB +0,0%.


Il FTSE MIB segna +0,0%, il FTSE Italia All-Share +0,0%, il FTSE Italia Mid Cap -0,4%, il FTSE Italia STAR +0,0%.

BTP e spread in peggioramento.
Il rendimento del decennale segna 0,66% (chiusura precedente a 0,63%), lo spread sul Bund 120 bp (da 113) (dati MTS).

Situazione di stallo politico-istituzionale dopo che ieri Matteo Renzi, leader di Italia Viva, ha aperto ufficialmente la crisi di governo annunciando le dimissioni delle ministre Teresa Bellanova ed Elena Bonetti e del sottosegretario Ivan Scalfarotto. Al momento sembrano in crescita le chance di voto anticipato a maggio-giugno.

Mercati azionari europei in verde: EURO STOXX 50 +0,4%, FTSE 100 +0,5%, DAX +0,3%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 -0,0%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono sopra la parità: S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial +0,3%.

Petroliferi in flessione: il greggio scivola sui minimi da inizio settimana dopo aver toccato ieri mattina i massimi da febbraio 2020. Il future marzo sul Brent segna 55,35 $/barile (da 57,40 circa), il future febbraio sul WTI 52,35 $/barile (da 53,90 circa). Eni -0,6%, Tenaris +0,1%, Saipem -1,5%.

FCA +4,3% a 13,32 euro: Banca Akros conferma la raccomandazione buy sul titolo e riduce il target da 19,25 a 17,40 euro per tenere conto dello stacco del dividendo straordinario da 1,84 euro per azione avvenuto oggi.

Deboli Buzzi Unicem -1,3% e Cementir -1,5% nonostante la decisione favorevole del Tar del Lazio: respinto il ricorso di Legambiente contro l'autorizzazione della regione Emilia-Romagna all'utilizzo di CarboNext nelle cementerie, un combustibile alternativo a quelli fossili ottenuto da rifiuti.

Negativi i bancari: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,7%. Intesa Sanpaolo -0,9%, Unicredit -0,8%, Banco BPM -0,7%.

Dovalue +5,9% accelera al rialzo e tocca i massimi da fine agosto. Oggi il gruppo attivo nei servizi di credit management e real estate per banche e investitori ha comunicato l'efficacia della fusione per incorporazione della controllata doValue Greece Holding Single Member Société Anonyme in doValue Greece.

Autogrill -1,9% perde ulteriore terreno e scivola sui minimi da metà novembre dopo le indicazioni giunte dal primo primo briefing del 2021 della IATA (International Air Transport Association). Nonostante la campagna di vaccinazione anti-Covid le prenotazioni di biglietti aerei stanno tornando a rallentare e il primo semestre si prospetta difficile: si ipotizza di raggiungere il break-even a livello di cash flow solo nell'ultimo trimestre 2021.

Unieuro +7,0% a 15,54 euro, sui massimi da ottobre 2017: Mediobanca conferma il giudizio outperform sul titolo e incrementa il target da 14,80 a 17,20 euro. Gli analisti hanno migliorato del 12% la stima sull'EBIT adjusted 2021-2023 dopo la comunicazione risultati al 30 novembre 2020 relativi all'andamento gestionale dei primi nove mesi dell'esercizio 2020-2021. Grazie soprattutto al boom dell'e-commerce (+85,2% a/a) i ricavi sono saliti del 7,4% a/a a un livello record di 1,89 miliardi di euro. L'EBIT adjusted è balzato del 97,7% a/a a 63,6 milioni, mentre il risultato netto adjusted è più che raddoppiato a 49,6 milioni (da 19,3 milioni del corrispondente periodo dell'esercizio precedente). Anche a dicembre il trend dei ricavi si è mantenuto in linea con quello del terzo trimestre (+15,8% a/a) e del secondo (+15,2%).

Gli appuntamenti macroeconomici di oggi: negli USA alle 18:30 intervento Powell (Fed).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com