Borse europee negative, in evidenza Axel Springer

12/06/2019 09:24:36

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in ribasso. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,4%, il Dax30 di Francoforte lo 0,5%, il Cac40 di Parigi lo 0,5%, il Ftse100 di Londra lo 0,4% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,4%.
Sul fronte della guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro Pechino, il presidente Usa ha dichiarato di non avere interesse in un accordo a meno che la Cina non rispetti i termini su cui era stata in precedenza raggiunta un'intesa. "Faremo un grande accordo con la Cina o non lo faremo affatto", ha dichiarato alla stampa martedì.
Tra i titoli in evidenza Axel Springer +11%. Kkr ha annunciato che lancerà un'Opa sul gruppo editoriale al prezzo di 63 euro per azione, garantendo un premio di oltre il 40% rispetto allo scorso 29 maggio, quando la società tedesca aveva confermato di essere in trattativa per il buyout con il colosso Usa del private equity. L'offerta, presentata attraverso il veicolo d'investimento Traviata II, valuta Axel Springer 6,8 miliardi di euro.
ArcelorMittal +0,6%. Goldman Sachs ha alzato il rating sul titolo del colosso dell'acciaio a buy da neutral.
Dassault Systèmes -1%. Il gruppo dei software ha comunicato di avere raggiunto l'accordo per acquisire Medidata Solutions al prezzo di 92,25 dollari in contanti per azione. L'offerta della sussidiaria quotata di Groupe Dassault valuta la società newyorkese (attiva in sviluppo e distribuzione di software as a service per test clinici) 5,8 miliardi di dollari, debito incluso.
Sul fronte macroeconomico in Francia L'Insee ha reso noto che l'Indice dei Salari non agricoli, che misura la variazione del numero di posti di lavoro nel corso in tutte le attivita' non agricole, e' cresciuto dello 0,4% nel primo trimestre dopo essere cresciuto dello 0,3% nel quarto trimestre 2018, risultando superiore alla rilevazione preliminare pari al +0,3%. Le attese erano per un indice pari al +0,3%. Rispetto al un anno fa l'occupazione è aumentata dello 0,9%.
In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che l'indice dei prezzi al consumo ha mostrato nel mese di maggio un incremento dello 0,2% m/m dallo 0,2% precedente e una crescita del 0,9% a/a dal +1,6% di aprile. Le aspettative degli economisti erano fissate su un incremento dello 0,2% mese su mese e dello 0,9% anno su anno.

RV - www.ftaonline.com