Borse europee deboli

30/04/2019 09:24:01

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta deboli. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,2%, il Dax30 di Francoforte lo 0,1%, il Cac40 di Parigi lo 0,2%, l'Ibex35 di Madrid lo 0,2%. Piatto il Ftse100 di Londra.
I dati sul Purchasing Managers' Index (Pmi) cinese evidenziano un rallentamento dell'economia di Pechino. Il Pmi manifatturiero ufficiale è infatti calato a 50,1 punti in aprile dai 50,5 punti di marzo e la lettura è peggiore rispetto a quella invariata a 50,5 punti del consensus di Reuters.
Tra i titoli in evidenza Deutsche Börse +0,9%. Il gruppo tedesco ha annunciato che il chairman Joachim Faber lascerà la società-mercato di Francoforte successivamente all'assemblea degli azionisti del 2020.
Banco Santander -1%. La banca spagnola ha comunicato per il primo trimestre 2019 il calo dei profitti netti del 10% annuo a 1,84 miliardi di euro. La performance è stata condizionata in negativo da aggravi per 108 milioni di euro legati a costi di ristrutturazione in Gran Bretagna e Polonia e a dismissioni.
Lufthansa -0,8%. La compagnia aerea ha chiuso il primo trimestre con una perdita di 342 milioni di euro.
Airbus -1%. Il colosso aerospaziale ha registrato nel primo trimestre un giro d'affari inferiore alle attese (12,55 miliardi di euro contro i 12,99 miliardi del consensus).
Beiersdorf +4%. Il gruppo dei prodotti per la cura del corpo ha comunicato vendite in crescita del 6% (a cambi e perimetro costanti) a 1,947 miliardi di euro. Gli analisti avevano previsto ricavi a 1,888 miliardi.
Repsol +1%. Il gruppo petrolifero ha chiuso il primo trimestre con un utile netto adjusted in crescita del 6% a 618 milioni di euro contro i 566 milioni del consensus.
Sul fronte macroeconomico l'Ufficio Federale di Statistica Destatis ha reso noto che i prezzi alle importazioni in Germania nel mese di marzo rimasti fermi su base mensile, risultando inferiori alle attese fissate su un incremento mensile pari allo 0,3%, e sono aumentati dell'1,7% su base annuale al di sotto di una crescita attesa del 2% su base annua. I prezzi delle esportazioni sono aumentati dello 0,1% su base mensile e sono aumentati del +1,3% rispetto a marzo 2018.

RV - www.ftaonline.com