Borsa italiana sopra la parità. Bene Eni e Piaggio, vendite su Prysmian e Technogym. FTSE MIB +0,17%

09/04/2019 09:45:45

Borsa italiana sopra la parità. Bene Eni e Piaggio, vendite su Prysmian e Technogym. FTSE MIB +0,17%.


Il FTSE MIB segna +0,17%, il FTSE Italia All-Share +0,16%, il FTSE Italia Mid Cap +0,09%, il FTSE Italia STAR +0,33%.

BTP stabili. Il decennale rende il 2,63% (-1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 263 bp invariato) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 -0,2%, DAX -0,2%, CAC 40 -0,1%, IBEX 35 +0,1%.

Future sugli indici azionari americani poco sotto la parità: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 -0,1%, Dow Jones Industrial -0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,10%, NASDAQ Composite +0,19%, Dow Jones Industrial -0,32%.

Mercato azionario giapponese in verde, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,19%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,45%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,2% circa.

Eni +0,7% in evidenza tra i petroliferi: il greggio oscilla poco sotto i massimi da inizio novembre toccati nella notte. Il future giugno sul Brent segna 71,15 $/barile (da 71,30 circa), il future maggio sul WTI segna 64,55 $/barile (da 64,70 circa). Saipem +0,3%, Tenaris invariata.

Prysmian -2,5% debole dopo la notizia di nuovi problemi a Western Link: il sistema che trasporta energia dalla Scozia verso Inghilterra e Galles è stato messo fuori servizio dall'attivazione del sistema di protezione "durante l'esecuzione di ulteriori commissioning test". Western Link era tornato operativo lo scorso 23 marzo dopo lo stop del 20 febbraio causato dall'ennesimo guasto.

In verde Piaggio&C +2,1%. Voci di mercato riferiscono buone indicazioni dalle esportazioni indiane. Ricordiamo anche i buoni dati sulle immatricolazioni di moto e scooter in Italia a marzo: +27,1% a/a. Il consuntivo dei primi tre mesi dell'anno segna +17,2%.

Technogym, -4,4% a 10,35 euro, in netta flessione dopo che la controllante Wellness Holding (facente capo al fondatore, presidente e a.d. Nerio Alessandri) ha ceduto il 6,96% del capitale a 10,30 euro per azione, incassando complessivamente 144,2 milioni di euro. L'operazione è stata effettuata attraverso una procedura di accelerated bookbuilding riservata a investitori qualificati in Italia e istituzionali all'estero. Wellness Holding detiene ora il 44,78% del capitale sociale e il 61,86% dei diritti di voto.

Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: alle 10:00 vendite al dettaglio Italia.
Negli USA alle 16:00 indice JOLTS (mercato del lavoro), alle 22:30 scorte settimanali petrolio (API).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com