Glossario

A

ABC CORRETTIVO Nella teoria di Elliott nome delle tre onde (A,B,C) che costituiscono la fase di correzione di una tendenza rialzista/ribassista

ALFA Rischio intrinseco di un titolo

ANALISI TECNICA Disciplina che analizza l'andamento dei mercati finanziari attraverso lo studio dei grafici e dei risultati derivanti dall'utilizzo di metodi matematico-statistici applicati alle serie storiche.

ASK (Lettera) Prezzo a cui si acquista un titolo o una valuta

AT THE MONEY Opzione il cui prezzo di esercizio è pari alla quotazione corrente del sottostante

B

BARRE (Grafico) Linee verticali rappresentanti Max-Min-Apertura-Chiusura di mercato, relative un determinato periodo di tempo (Ore, Giorni, Settimane, ecc)

BEARISH Detto di mercato ribassista (Bear in Inglese significa Orso)

BETA Rischio di mercato

BID Prezzo a cui si vende un titolo o una valuta

BREAKOUT Rottura di un livello importante, sia questo un supporto o una resistenza

BULLISH Detto di mercato rialzista (Bull in Inglese significa Toro)



C 

CALL Opzione con diritto di acquisto di una determinata quantità di sottostante (titoli, valute, ecc.) ad una o entro una determinata data ad un prezzo stabilito

CANDELE GIAPPONESI Elementi grafici costituiti da Max-Min-Apertura-Chiusura di mercato relativi ad un determinato periodo di tempo (Ore, Giorni, Settimane, ecc); si differenziano dalle Barre per la loro forma, simile appunto a quella di una candela, costituita da un corpo centrale (compreso tra l'apertura e la chiusura del periodo preso in cosiderazione) la cui colorazione varia a seconda che l'apertura sia superiore (colore chiaro) od inferiore (scuro) alla chiusura e da due "ombre" (superiore ed inferirore) che rappresentano il massimo ed il minimo del periodo stesso. Ne esistono otto differenti tipologie che combinate tra di loro costituiscono i patterns alla base della teoria delle candele giapponesi.

CONGESTIONE Fase di mercato laterale priva di tendenza

CORREZIONE Temporanea fase di rialzo o ribasso all'interno di un trend ribassista o rialzista

CORTO (Short) Assumere posizione di vendita

D
DIVERGENZA Si riscontra attraverso gli oscillatori nel caso in cui sul mercato si verifichino due massimi/minimi crescenti/decrescenti mentre sull'oscillatore ciò non accade. Viene interpretata come una possibile ed imminente inversione di tendenza del mercato.

DOPPIO MASSIMO Figura tecnica di inversione caratterizzata dalla presenza, sul grafico, di due massimi all'incirca sullo stesso livello; se confermata dalla rottura della Neckline può rappresentare la fine di una fase di tendenza rialzista

DOPPIO MINIMO Figura tecnica di inversione caratterizzata dalla presenza, sul grafico, di due minimi all'incirca sullo stesso livello; se confermata dalla rottura della Neckline può rappresentare la fine di una fase di tendenza ribassista.

E
ESTENSIONE Movimento di mercato nella direzione del trend, successivo al raggiungimento di un determinato Target.

ELLIOTT R.N. Elliott osservò, più di 500 anni fa, come il mercato azionario si muovesse attraverso una serie di patterns ripetitivi basati sui cambiamenti della psicologia di massa degli investitori. Tali patterns sono chiamati Onde. La teoria di Elliott sostiene che ogni fase di mercato sia caratterizzata dalla presenza di 8 Onde, 5 impulsive (1,2,3,4,5) e 3 correttive (A,B,C) che si evolvono attraverso una serie di rapporti di proporzionalità le una con le altre.



F
FILTRO Margine che viene adottato per tramutare in operatività un segnale tecnico rappresentato ad esempio dalla rottura di un supporto o di una resistenza, affinchè il segnale fornito dal mercato sia il più affidabile possibile. Il filtro può essere espresso sia in termini percentuali, rispetto al livello di prezzo considerato, che in termini temporali, si attende cioè che la chiusura di una barra o di una candela sia superiore/inferiore a tale livello.

FIBONACCI Matematico italiano nato intorno all'anno 1170, divenuto famoso per aver scoperto la "Serie di Fibonacci", una successione di numeri in cui ogni numero successivo è dato dalla somma dei due numeri precedenti:

1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144 ecc.ecc. Tali numeri possiedono un insieme di particolari interrelazioni, come ad esempio il fatto di essere ognuno circa 1.618 volte il numero precedente e 0.618 volte quello successivo, che vengono spesso applicate con l'Analisi Tecnica.

FLAT Nella teoria di Elliott rappresenta un particolare tipo di ABC correttivo la cui onda A è suddivisa a sua volta in 3 onde correttive, la B anche in 3 onde correttive e la C in 5 onde impulsive (Vedi anche ZIG ZAG)

FORZA RELATIVA Rapporto tra due titoli o tra un titolo ed un indice

G
GAP Spazio che si crea su di un grafico a barre o a candele quando il minimo/apertura di una barra o candela risulta essere superiore al massimo/chiusura di quella immediatamente precedente (trend rialzista) o quando il massimo/apertura di una barra o candela risulta essere inferiore al minimo/chiusura di quella immediatamente precedente (trend ribassista)

GRAFICO A BARRE Grafico costituito da una serie contigua di linee verticali che rappresentano Max-Min-Apertura-Chiusura di mercato per un determinato periodo di tempo (Es. Ore, Giorni, Settimane, ecc..)

GRAFICO A CANDELE Grafico costituito da una serie contigua di candele giapponesi (vedi Candele)



H
HOLD Mantenere una posizione in essere



I
IPERCOMPRATO Fase di eccessivo rialzo del mercato. Il termine IPERCOMPRATO se utilizzato in relazione ad un oscillatore rappresenta il raggiungimento di una zona estrema definita a priori, che può evidenziare una velocità di movimento eccessiva rispetto alla storia recente del mercato

IPERVENDUTO Fase di eccessivo ribasso del mercato. Il termine IPERVENDUTO se utilizzato in relazione ad un oscillatore rappresenta il raggiungimento di una zona estrema definita a priori, che può evidenziare una velocità di movimento eccessiva rispetto alla storia recente del mercato.

L
LUNGO (Long) Assumere posizione di acquisto



M
MEDIA MOBILE (Moving Average) Indicatore tecnico/statistico utilizzato come supporto o resistenza mobile che si adatta all'andamento del mercato.

MOMENTUM Indicatore che esprime il rapporto tra il prezzo di oggi e quello di n-periodi fa. La sua interpretazione è simile a quella del ROC, entrambi esprimono il tasso di variazione dei prezzi, il Momentum in termini di rapporto, il ROC in termini di percentuale.

N
NECK LINE In un Testa e Spalle è linea che unisce i due minimi relativi alla base della "testa" della configurazione e che funge da supporto/resistenza al mercato.



O
ONDA Secondo la teoria di Elliott ogni fase di mercato è costituita da 5 Onde Impulsive (1,2,3,4,5) e 3 Onde Correttive (ABC), caratterizzate da rapporti di proporzionalità le une con le altre.

OPZIONE Diritto di acquistare (Call) o cedere (Put) una determinata quantità di sottostante (titoli, valute, ecc.) ad un prezzo prefissato ed entro o ad una determinata data

OSCILLATORE Indicatore statistico-matematico utilizzato nel campo dell'Analisi Tecnica al fine di individuare particolari situazioni di mercato (ipercomprato, ipervenduto ecc. ecc.) e che deriva il proprio nome dal fatto di oscillare sempre tra due valori predefiniti.

OMBRE Nelle candele giapponesi sono le due estensioni, superiore ed inferiore rispetto al corpo della candela, che rappresentano il massimo ed il minimo del mercato nell'unità di tempo presa in considerazione.

P
PATTERNS Particolari configurazioni grafiche che si ottengono dalla combinazione di più barre o candele. I più conosciuti sono: Testa e Spalle, Doppio Massimo, Doppio Minimo.

PREZZO DI ESERCIZIO (Strike Price) Prezzo a cui viene consegnato o ritirato il sottostante di una opzione

PUT Opzione con diritto di vendita di una determinata quantità di sottostante (titoli, valute, ecc.) ad una o entro una determinata data ad un prezzo stabilito


Q


R
RETURN MOVE Ritorno temporaneo del mercato verso un livello di supporto o resistenza precedentemente superato

RANGE Intervallo di oscillazione delle quotazioni

RESISTENZA Livello di mercato che si oppone alla crescita dei prezzi; su questi livelli ci attendiamo che la forza dei venditori risulti superiore a quella dei compratori.

RIMBALZO Recupero temporaneo del mercato nell'ambito di un trend discendente

RITRACCIAMENTO Equivalente di Correzione

ROC (Rate Of Change) Indicatore che esprime il rapporto tra la variazione del prezzo degli ultimi n-periodi ed il prezzo n-periodi fa. Così come il Momentum anche il ROC esprime il tasso di variazione dei prezzi con la differenza che mentre il Momentum lo esprime in termini di rapporto, il ROC lo esprime in termini percentuali.

RSI (Relative Strenght Index) Oscillatore di Forza Relativa. Varia tra 0 e 100 ed indica la "forza" di un determinato mercato (titolo, indice, valuta, ecc..) segnalandone le fasi di ipervenduto ed ipercomprato. Viene prevalentemente utilizzato per individuare delle divergenze sul mercato.

S
SHORT Corto

SOTTOSTANTE Quantità di titoli, valuta, ecc. ecc. che sottosta ad un contratto di opzione o ad un future

STOP LOSS Livello di prezzo oltre il quale non ha più senso mantenere aperta una posizione attiva. Di solito coincide con un livello di supporto o resistenza opportunamente filtrato

SUPPORTO Livello di mercato che si oppone alla discesa dei prezzi; su questi livelli ci attendiamo che la forza dei compratori risulti superiore a quella dei venditori.

STRIKE PRICE Equivalente di Prezzo di Esercizio

T
TARGET Prezzo previsto

TARGET PRICE (TP) Vedi Target

TENDENZA Direzione del mercato, nonché elemento alla base dello studio dell'Analisi Tecnica. Lo scopo dell'Analisi Tecnica è infatti quello di individuare la tendenza di mercato e di adottare le strategie operative più consone in relazione alla fase di mercato.

TESTA E SPALLE Figura tecnica di inversione caratterizzata dalla presenza, sul grafico, di tre picchi successivi di cui il secondo più esteso degli altri due. Se confermata dalla rottura della neckline può rappresentare la fine di una fase di tendenza rialzista/ribassista

TREND Equivalente di Tendenza

TRADING RANGE Fase di mercato caratterizzata da un movimento laterale (assenza di tendenza)

TREND LINE Linea retta che unisce massimi o minimi relativi a seconda che il mercato sia orientato al ribasso o al rialzo

TRAILING Livello operativo che si adatta all'evolversi del mercato. Durante una fase di rialzo grafico successiva all'apertura di una posizione lunga, è il livello di Stop Profit che viene mano a mano innalzato all'aumentare dei prezzi. Durante una fase di ribasso grafico successiva all'apertura di una posizione corta, è il livello di Stop Profit che viene mano a mano abbassato al diminuire dei prezzi.

U

V
VOLATILITA' Deviazione Standard calcolata sui prezzi di chiusura. Misura della variazione dei prezzi

VOLUME Numero di contratti scambiati durante un determinato periodo di tempo

Z
ZIG ZAG Nella teoria di Elliot rappresenta un particolare tipo di ABC correttivo la cui onda A è suddivisa a sua volta in 5 onde impulsive, la B in 3 onde correttive e la C in 5 onde impulsive