In verde mercoledì Cattolica Assicurazioni

In verde mercoledì Cattolica Assicurazioni su indiscrezioni di stampa secondo la quale Vittoria Assicurazioni, ex quotata controllata dalla famiglia Acutis, avrebbe preso dei contatti già prima della pandemia con la Berkshire Hathaway di Warren Buffet per l’eventuale acquisto del suo 9% in Cattolica, per poi eventualmente passare a un'integrazione delle due compagnie. L'assemblea di Cattolica si terrà il 26/27 giugno e dovrà confermare la riforma della governance e l'aumento di capitale da 500 milioni richiesto dall'IVASS per rafforzare i requisiti di solvibilità, aumento da realizzare entro il 30 settembre 2020. Il 12 giugno Cattolica ha spiegato in una nota che il Solvency II ratio era al 133% e che con l'esecuzione dell'aumento citato salirebbe al 172%. Entro il 25 luglio la compagnia dovrà presentare all'IVASS il piano di intervento e in questo ambito Vittoria Assicurazioni potrebbe partecipare all'operazione. Il titolo è salito nell'intraday fino a 3,742 euro per poi stabilizzarsi in area 3,65 dopo aver terminato la seduta di martedì a 3,63 euro. In caso di rottura della linea che unisce i massimi del 27 maggio e del 10 giugno, passante a 4,10 circa, i prezzi completerebbero il testa spalle rialzista disegnato a partire dal minimo del 22 maggio. In quel caso atteso il ritorno sul massimo di metà aprile a 5,63 euro. Sotto i minimi di martedì a 3,59 atteso invece il test del minimo assoluto del 1° giugno a 3,30 euro.