STMicroelectronics in netto rialzo martedi'

STMicroelectronics in netto rialzo martedi' grazie alle indicazioni fornite nel corso del Capital Markets Day in svolgimento a Londra. Nell'incontro con gli analisti STM ha confermato i target 2019 (ricavi a 9,45-9,85 miliardi di dollari e gross margin a 37-39%) e indicato obiettivi di medio termine con ricavi a 12 miliardi di dollari, gross margin a 40-41%, operating margin a 17-19%, free cash flow a oltre 1 miliardo e utile netto a 1,7-1,9 miliardi. Il CFO Lorenzo Grandi ha dichiarato che, in base alle stime del gruppo sulla ripresa del mercato, i target di medio termine saranno raggiunti nel secondo semestre del 2021 o al più tardi nel 2022. Il presidente e CEO Jean-Marc Chery si è detto determinato a sovraperformare il mercato, mentre Marco Cassis (president Sales, Marketing, Communications and Strategy Development) ha affermato che per STM esistono grandi opportunità su tutti i mercati in cui è operativa. Il titolo e' salito fino a quota 15,01 euro dopo aver terminato lunedi' a 14,155 euro. Il rimbalzo si e' avviato dopo che i prezzi hanno toccato con i minimi di lunedi' a 14,01 euro la media mobile a 100 sedute, un supporto critico che per il momento ha quindi contenuto le spinte ribassiste. La reazione allontana i prezzi anche dalla base del canale crescente che parte dai minimi di gennaio, passante a 13,80 euro. La violazione della base di questo canale costringerebbe a considerarlo un "flag", figura di continuazione della precedente tendenza ribassista, quella attiva dal top di giugno a 22,98 euro, che potrebbe quindi riprendere con obiettivi sui minimi di gennaio a 10,63 euro. Supporto intermedio a 12,70 euro circa. La rottura della linea mediana del canale, passante a 15,50 euro, sarebbe invece un segnale di forza che lascerebbe spazio almeno alla ricopertura del gap ribassista del 6 maggio con lato alto a 16,285 euro. Oltre quei livelli il target si sposterebbe sul lato alto del canale attualmente in transito a 17,27 euro.