STM termina la seduta di venerdì con un rialzo dell'1,91%

STM termina la seduta di venerdì con un rialzo dell'1,91% a 33 euro dopo aver toccato in avvio i massimi da maggio 2002 a quota 34,96 euro grazie ai dati preliminari sui ricavi del quarto trimestre 2020: 3,24 miliardi di dollari, in aumento del 21,3% t/t e 580 punti base al di sopra del valore più alto del range previsto dalla guidance indicata a ottobre e migliori delle attese degli analisti. I ricavi per l’anno 2020, sempre su base preliminare, hanno raggiunto i 10,22 miliardi di dollari, pari a un aumento del 6,9% rispetto al 2019. STM ha tentato venerdì di superare il picco dell'8 dicembre a 34,68 spingendosi fino a 34,96 ma la chiusura di seduta, a 33 euro, è collocata bene al di sotto della resistenza. Solo oltre area 34,70 nuovi segnali di forza per i 38,80 euro, lato alto del canale crescente che parte dai minimi di marzo. Sotto 32,56, top del 7 gennaio, rischio di cali verso 30,62, base del gap del 4 gennaio e media mobile esponenziale a 50 giorni.