Seduta al rialzo per Atlantia

Seduta al rialzo per Atlantia. Il nuovo ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, dopo un incontro con la struttura commissariale di Alitalia, ha affermato: “È stata esaminata la situazione complessiva della compagnia, convenendo sul fatto che ci sono le condizioni affinché entro il 15 di ottobre possa giungere una proposta vincolante da parte del consorzio acquirente”. Il Sole 24 Ore scrive che il termine potrebbe essere prorogato di 2-3 settimane a patto che entro il 15 venga formato il consorzio composto da FS, Atlantia e Delta. Il quotidiano aggiunge che le trattative con Atlantia potrebbero condurre a una revisione e non una revoca delle concessioni autostradali. Il Corriere della Sera cita l'ipotesi di scorporo della A26 dalle tratte in concessione ad AspI e quella di ingresso di F2i o Cdp nel capitale di Atlantia. Le quotazioni sono salite fino a 21,58 euro per poi stabilizzarsi in area 20,30/35 (close precedente a 20,99 euro). La reazione non cancella tuttavia un quadro grafico debole. I prezzi hanno infatti violato il 16 settembre con un gap ribassista la base della fase laterale disegnata dai minimi di maggio, contenuta da una linea che unisce questi minimi con quelli di fine agosto e dalla sua parallela tracciata dal top di inizio maggio. La linea e' gia' stata testata senza successo dal basso piu' volte a settembre e ora transita a 22,10 euro. Solo oltre quei livelli la reazione vista dal minimo di inizio mese a 20,53 potrebbe estendere con primo target in area 23 euro, successivo a 23,80 circa. Sotto area 21 invece rischio di nuovi cali verso 20,18, minimo di meta' settembre. Supporto successivo a 19,50 euro.