Pirelli rimbalza con decisione dopo il calo di giovedi'

Pirelli rimbalza con decisione dopo il calo di giovedi'. Il titolo ha messo infatti a segno venerdi' un robusto rimbalzo che lo ha riportato fino a 4,838 euro, per poi stabilizzarsi poco al di sotto dei 4,80 euro, dopo che giovedi' aveva chiuso in calo a 4,685 euro. A pesare su Pirelli giovedi' era stato il giudizio "sell" emesso da Citi con target price a 4,10 euro. Gli analisti della banca Usa ritengono infatti che in caso di rallentamento del ciclo economico Pirelli possa risentire della maggiore debolezza della domanda. A sostenere il titolo in chiusura di ottava e' invece la buona performance di tutto il comparto auto, insensibile alle dichiarazioni di Martin Via, facente parte del CdA di Renault come rappresentante del Governo francese, secondo il quale per Renault la priorita' e ridefinire i rapporti con Nissan per poi, eventualmente, riaprire le trattative per fusione con Fca. Il rimbalzo delle ultime ore rende credibile l'ipotesi che sul grafico di Pirelli si sia disegnato un potenziale testa spalle rialzista a partire dal minimo del 7 agosto (la "testa" della figura, il minimo del 16 agosto a 4,43, è sulla base del canale ribassista che parte dal top di agosto 2018, un supporto dimostratosi valido). Oltre 4,88 la figura verrebbe completata, segnale di forza per 5,20 e 5,33, gap del 2 agosto. Sotto 4,55 invece rischio di nuovo test della base del canale ribassista citato, ora a 4,40 euro.