Pirelli in difficolta' sulla scia di Continental

Settore auto in calo dopo il coinvolgimento di Continental nell'indagine della magistratura tedesca sulle falsificazioni delle emissioni di motori diesel condotta su Volkswagen e Audi. A Milano tra gli altri Pirelli risente della situazione, sulla societa' pesano anche una contrazione dei volumi di vendita conseguente alla pandemia di Covid-19, il mercato in Brasile che resta debole e il fattore cambio, con le monete dei paesi emergenti sotto ulteriore pressione. Il titolo scende fino a 3,638 euro per poi risalire in area 3,70 a fronte di una chiusura martedi' a 3,775 euro. Sotto 3,71 i prezzi hanno violato il minimo del 25 giugno posto sul 50% di ritracciamento del rialzo dal minimo del 1° aprile. Prossimo supporto critico a 3,64, linea di tendenza che sale dai minimi di aprile e base del gap rialzista del 26 maggio. Una eventuale violazione anche di questi livelli potrebbe anticipare discese verso i 3,20 euro almeno. Per riproporre un quadro rialzista sarebbe necessaria la rottura di 3,90 euro. In quel caso target a 4,14, gap dell'11 giugno.