Italgas positiva in avvio di ottava

Italgas positiva in avvio di ottava dopo che il cda ha approvato i risultati del primo semestre: ricavi totali a 646,8 milioni di euro (+6,1%); EBITDA a 462,7 milioni di euro (+6,6%); utile netto a 153,4 milioni di euro (-7,7%). Segnaliamo anche quanto riferito da Quotidiano Energia, ovvero un incontro presso il MISE con Arera, Antitrust e Associazioni dei comuni per definire l'intervento nel Dl Semplificazioni finalizzato a far ripartire le gare gas. Previsto un nuovo incontro mercoledì. Prima della pubblicazione dei conti del secondo trimestre Intesa Sanpaolo aveva confermato raccomandazione "add" sul titolo con prezzo obiettivo a 5,9 euro. Le quotazioni si sono spinte nell'intraday fino a 5,40 euro dopo aver terminato venerdì a 5,245 euro. A 5,45 euro si colloca una resistenza chiave, già avvicinata dai massimi del 19 giugno e del 21 luglio, ovvero il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal picco di febbraio. La rottura di questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci permetterebbe di puntare sul proseguimento del rialzo in atto dai minimi di marzo con obiettivo almeno fino a 6 euro, limite superiore del canale crescente che contiene i prezzi dai minini di marzo. Conferme in questo senso oltre 5,53, lato alto del gap ribassista del 9 marzo. La mancata rottura di 5,45 e la violazione a 5,15 della base del citato canale crescente potrebbero invece anticipare il test di 5,07, minimo del 15 luglio, base del potenziale "doppio massimo" disegnato dai prezzi da giugno. Sotto 5,07 la figura ribassista verrebbe completata, target in quel caso a 4,75 euro almeno.