Ftse Mib, prospettive di breve positive

Ftse Mib, prospettive di breve positive ma il quadro grafico di fondo resta debole. Il Ftse Mib ha toccato a piu' riprese dal 9 al 15 maggio la media mobile esponenziale a 100 giorni, ora in transito a 20790 circa, fino a quando il 16 maggio e' riuscito a fare leva su questo supporto per mettere a segno un robusto rimbalzo. Il 15 maggio e' stato archiviato sul grafico a candele giornaliere un bell'esempio di "hammer", elemento che compare in presenza di forti supporti e che fornisce maggiore credibilita' al tentativo di ripresa. La reazione tuttavia non ha superato ancora resistenze rilevanti e resta pertanto fragile. Solo oltre area 21300/310 diverrebbe probabile la ricopertura del gap ribassista del 6 maggio con lato alto a 21665 punti. Al di sopra di questa soglia i prezzi dovrebbero vedersela con l'ostacolo dei 22050 punti circa, gia' toccato il 17 aprile, coincidente con il 61,8% di ritracciamento del ribasso dai massimi di maggio 2018. Questa percentuale di ritorno, ricavata dalla successione di Fibonacci, e' molto seguita per la sua capacita' di distinguere tra una fase correttiva e una di inversione di tendenza: oltre il 61,8% (ma primi indizi in questo senso gia' oltre il 50% di ritorno) retracement un movimento si candida ad annullare completamente la fase precedente, in questo caso il ribasso dai massimi di maggio 2018 a 24544 punti, fino a che questa soglia non viene superata resta invece alto il rischio di essere in presenza di una fase di correzione solo temporanea, destinata a lasciare spazio al movimento precedente (quindi il ribasso visto nella seconda meta' del 2018). Fino a che i prezzi saranno sotto 22050 quindi restare prudenti e limitare l'operativita' al rialzo al breve termine. Oltre 22050 invece primo target a 23000 punti. Sotto 20900 diverrebbe probabile un nuovo test di area 20550 (minimo dell'hammer del 15 maggio), con la violazione di quei livelli supporti a 20293, gap del 25 febbraio, e a 19270 circa. Lo studio del grafico di forza relativa Ftse Mib / Dax sembra confermare l'ipotesi che, almeno nel breve termine, l'indice abbia spazio di rialzo. Questo grafico ha infatti un andamento molto simile a quello dell'andamento del Ftse Mib: la forza relativa sale quando l'indice sale (nelle fasi di borsa positive l'indice italiano sovraperforma quello tedesco) mentre scende quando l'indice scende (il Ftse Mib sottoperforma il Dax nelle fasi di borsa debole). Ultimamente la forza relativa e' scesa in modo aggressivo, tanto che l'Rsi a 14 sedute calcolato per questo grafico non solo e' sceso in ipervenduto ma ha anche disegnato un triplo minimo in prossimita' della soglia estrema, indicando come probabile un rimbalzo. E un rimbalzo del grafico di forza relativa con buona probabilita' potrebbe avvenire solo in corrispondenza di una ripresa dei listini, con quello italiano impegnato a fare meglio di quello tedesco. Attenzione tuttavia perche' il triplo minimo sull'Rsi non e' stato ancora completato.