Forti acquisti su Banca MPS

Forti acquisti su Banca MPS che tocca i massimi da inizio maggio: Reuters riferisce che l'istituto senese ha collocato di un'obbligazione di tipo senior, la prima dopo il salvataggio dello Stato (la precedente risaliva al 2014), con scadenza 10 luglio 2022. L'importo sarà di 500 milioni di euro (almeno 300 milioni la prima indicazione), con rendimento al 4% (prima indicazione a 4,25-4,375%). Gli ordini hanno superato quota 1,1 miliardi di euro. Morgan Stanley è bookrunner dell'operazione mentre MPS Capital Services è co-manager. Il titolo ha toccato un massimo intraday a 1,36 euro, chiusura di mercoledi' a 1,191 euro. A 1,26 e' stata superata la trend line ribassista che scende dal top di dicembre 2018 a 1,764 euro. A 1,3750 si colloca il 50% di ritracciamento del ribasso da quei massimi, la eventuale rottura di 1,3750 euro sarebbe quindi un segnale incoraggiante anche in ottica di medio periodo che potrebbe prospettare la ricopertura del gap ribassista del 14 gennaio con lato alto a 1,4975 euro. Resistenza intermedia a 1,4120, top dello "shooting star", candela che compare in presenza di livelli rilevanti, del 3 maggio. Solo discese nuovamente al di sotto di area 1,20 farebbero temere un ripensamento da parte del mercato sulle prospettive del titolo.