CNH Industrial è salita con forza mercoledì

CNH Industrial è salita con forza mercoledì in scia alle indiscrezioni di Reuters secondo cui sono riprese le trattative con la cinese FAW Jiefang sul business On-Highway (Iveco). A fine settembre erano circolati rumors secondo cui CNH aveva rifiutato un'offerta da oltre 3 miliardi di euro per Iveco della stessa FAW (ma i contatti non erano stati chiusi totalmente ma solo congelati). Il titolo ha guadagnato il 6,64% andando a terminare la seduta a 10,995 euro (massimo intraday a 11,085). A 11 euro circa si colloca il 78,6% di ritracciamento del ribasso dal top di inizio 2018. Il superamento di questa resistenza ricavata dalla successione di Fibonacci sarebbe un ulteriore segnale di forza (già la rottura dei 10 euro è stata incoraggiante) che permetterebbe alle quotazioni di puntare al ritorno sui massimi di febbraio 2018 a 12,64 euro. Resistenza intermedia a 12,13, lato alto del gap del 5 febbraio. Sotto 10,50 rischio invece di ricopertura del gap rialzista del 23 dicembre con base a 10,03 euro. Supporto successivo a 9,50 euro.