Cattolica Assicurazioni accelera al rialzo in avvio di ottava

Cattolica Assicurazioni accelera al rialzo in avvio di ottava e tocca i massimi da fine novembre su indiscrezioni di stampa secondo cui alcuni azionisti sono insoddisfatti dell'operato di Paolo Bedoni, presidente dal 2006. Un possibile candidato alla successione potrebbe essere Carlo Fratta Pasini, attuale presidente di Banco BPM che recentemente ha deciso di non ricandidarsi in occasione del prossimo rinnovo del cda il 4 aprile prossimo. Cattolica tocca un massimo intraday a 7,48 euro dopo aver terminato la seduta di venerdì a 7,20 euro. Il superamento del picco del 2 gennaio a 7,36 euro è un segnale di forza che lascia intravedere come possibile la ricopertura del gap ribassista del 1° novembre con lato alto a 7,725 euro. In caso di superamento anche di quei livelli il target si sposterebbe a 8,30 circa, dove si collocano i massimi di luglio e di ottobre 2019. Solo discese al di sotto di area 7,25 metterebbero in discussione i segnali di forza appena inviati facendo temere il test del supporto critico di medio periodo di 7,03/04, dove si trovano allineati i minimi di agosto 2019 e del 6 gennaio.