Atlantia guadagna terreno lunedì

Atlantia guadagna terreno lunedì dopo che nel fine settimana la controllante Edizione ha annunciato che entro fine mese Enrico Laghi, ex commissario di Alitalia, subentrerà a Gianni Mion nelle cariche di amministratore e presidente. Secondo indiscrezioni di stampa la mossa è volta a favorire la trattativa con il governo su Autostrade. Laghi è professore di economia aziendale alla Sapienza di Roma ed ex-commissario di Alitalia. In base ai rumor del fine settimana quest'ultima ha inviato a MEF e MIT una versione del Piano economico e finanziario che accoglie i rilevi dell'Autorità per la regolamentazione dei trasporti, tra cui l'incremento tariffario medio inferiore al tetto dell'1,75%. Autostrade avrebbe anche accettato l'atto aggiuntivo al Pef. Equita Sim ha confermato il rating hold con prezzo obiettivo a 15,2 euro sul titolo dopo la notizia che Enrico Laghi sostituirà Mion alla presidenza di Edizione Holding. Il titolo ha terminato la seduta a 15,11 euro in rialzo dell'1,72% ma nel corso della seduta si era spinto fino a 15,385 euro. La resistenza critica in questa fase è posta a 16,20 circa, area di massimi a giugno messa poi alla prova senza successo a settembre e il 10 novembre. In caso di rottura di quei livelli il titolo uscirebbe dalla fase laterale all'interno della quale si muove ormai a 7 mesi circa segnalando l'intenzione di volere riprendere il rialzo intrapreso dai minimi di marzo. Prima resistenza a 18,67, lato alto del gap del 6 marzo, poi in area 20 euro. La mancata rottura dei 16,20 euro e la violazione di area 14,50 riproporrebbero il movimento all'interno della fase laterale, con rischio, alla violazione di area 14, di un test della sua base a 12,75 euro circa.