Astaldi inizia la settimana con un netto progresso

Astaldi inizia la settimana con un netto progresso: il gruppo informa di aver "avviato le attività propedeutiche alla cessione a IC Ictas Sanayi ve Ticaret A.S. (“Ictas”) delle proprie quote nell’asset relativo alla Concessionaria del Terzo Ponte sul Bosforo, in Turchia". L'operazione, possibile dopo l'ottenimento dell’autorizzazione da parte del Tribunale di Roma, va inquadrata "nel contesto delle trattative finalizzate alla dismissione della concessione e prevede termini e condizioni coerenti con la proposta concordataria depositata dalla Società". Le quotazioni si sono spinte fino a 0,68 euro per poi riportarsi in area 0,65 euro, in crescita comunque dalla chiusura di venerdì a 0,635 euro. A 0,65 euro transita  la trend line ribassista disegnata dal top di luglio (e passante per quello del 12 settembre), resistenza gia' messa sotto pressione nelle ultime due sedute della scorsa ottava, ostacolo da superare in chiusura di seduta perche' venga inviato un segnale di forza. Al superamento di quei livelli atteso il test a 0,7175 del lato alto del canale ribassista che contiene le oscillazioni del titolo dai massimi di febbraio. La rottura del limite superiore del canale aprirebbe la strada a movimenti proporzionali all'ampiezza del canale stesso proiettata dal punto di rottura, con obiettivo quindi a 0,925 circa. Resistenza intermedia a 0,845 euro. Solo al di sotto di 0,62 i recenti tentativi di costruzione di una tendenza crescente duratura risulterebbero falliti, in quel caso rischio di movimenti verso la base del canale decrescente citato, passante a 0,51 euro circa.