Alta volatilità per ASTM giovedì

Alta volatilità per ASTM giovedì, il giorno prima la società ha annunciato il rinvio al 14 aprile del cda chiamato ad approvare il bilancio 2019. Il gruppo attivo nel settore delle concessioni autostradali ha comunicato che da inizio anno al 14 marzo il calo dei volumi di traffico è stato pari al 5% a/a, mentre nel periodo 1-14 marzo la flessione è stata di ben il 39% a/a. Le quotazioni sono scese giovedì fino a 10,88 euro per poi risalire rapidamente a 12,55/57, a fronte di una chiusura il giorno prima a 12,49. Equita Sim, pur evidenziando il rischio di un calo del traffico nel breve termine, ritiene che il titolo sia eccessivamente sottovalutato. A 12,30 euro circa transita la trend line rialzista disegnata dai minimi di maggio 2012 (e passante per quelli di dicembre 2016), un supporto messo sotto pressione quotidianamente nelle ultime 4 sedute ma che per il momento è stato rispettato in chiusura di giornata. Fino a che i prezzi riusciranno a mantenersi al di sopra di area 12,30 in chiusura resterà possibile un tentativo di reazione. Oltre 13,50 target a 15, poi tra 16,50 e 17 euro, area dove si è aperto il gap ribassista del 12 marzo. Sotto i 12 euro atteso un nuovo test di 10,88, poi target a 9,60, 78,6% di ritracciamento, percentuale di Fibonacci, del rialzo dai minimi del 2012.