Acquisti su Enel martedì

Acquisti su Enel martedì che in mattinata ha presentato il Piano Strategico 2021–2023, giudicato positivamente dagli analisti: previsti investimenti pari a 40 miliardi di euro e un incremento della RAB di Gruppo del 14% rispetto al 2020, raggiungendo circa 48 miliardi di euro nel 2023. Il piano prevede che l’EBITDA ordinario si collochi fra 20,7 e 21,3 miliardi di euro nel 2023 (con un CAGR del 5%-6%) e un utile netto ordinario fra i 6,5 e i 6,7 miliardi di euro nel 2023 (CAGR tra l’8% e il 10%). Gli Azionisti riceveranno un dividendo per azione fisso, garantito e crescente nei prossimi tre anni, con un obiettivo di 0,43 euro/azione al 2023, che si traduce in un CAGR del 7% circa. Durante la presentazione l'a.d. Francesco Starace ha dichiarato di vedere "ampio spazio" oltre il 2023 per la crescita dei dividendi. Il titolo si è spinto fino a quota 8,418 euro, massimo di seduta coincidente con la chiusura (close precedente a 8,08 euro). La trend line praticamente orizzontale che unisce i massimi di febbraio e di luglio, passante a 8,47 euro, è ormai in vista, la rottura anche di quella resistenza renderebbe probabile il superamento dei massimi di inizio anno a 8,61 euro aprendo la strada a movimenti verso area 8,90 euro almeno. Resistenza successiva a 9,70 circa. La mancata rottura di 8,47 e ripiegamenti al di sotto di area 8,20 potrebbero invece segnalare l'avvio di una fase di ripiegamento con target a 7,60 euro almeno.