First Capital, nel 2018 perdite del gruppo da € 2,05 milioni

15/03/2019 12:02:53

First Capital, holding di partecipazione finanziaria specializzata in investimenti di Private Investments in Public Equity e di Private Equity, rende noto che il Consiglio di Amministrazione, riunitosi in data 14 marzo 2019, ha esaminato ed approvato i) il bilancio consolidato al 31 dicembre 2018 redatto in conformità ai Principi Contabili Internazionali IAS/IFRS; ii) il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018 redatto in conformità ai Principi Contabili Italiani, che verrà sottoposto all'approvazione dell'Assemblea dei Soci.

"In un anno in cui tutte le asset class a livello globale hanno registrato un andamento negativo" ha dichiarato Vincenzo Polidoro, Amministratore Delegato di First Capital– "siamo comunque soddisfatti della performance del NAV di First Capital, che, nonostante un lieve calo del -4,5%, ha sovraperformato tutti gli indici di Borsa di riferimento (FTSE Small Cap -25,4%, FTSE All Share -16,7%)e ha ottenuto la migliore performance anche rispetto ai fondi PIR azionari collocati in Italia (che mediamente hanno registrato un calo del -18,5%)".

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2018
I risultati tengono conto del consolidamento delle controllate Value First SICAF (la "SICAF") e First Private Investment (congiuntamente a First Capital il "Gruppo").

A partire dal 1° gennaio 2018 è entrato in vigore il nuovo principio contabile IFRS 9 (in sostituzione dello IAS 39) in materia di classificazione e misurazione degli strumenti finanziari, con conseguenti modifiche degli schemi di bilancio.In applicazione di tale nuovo principio, il risultato netto del Gruppo First Capital al 31 dicembre 2018 è negativo per Euro -2,05 milioni, mentre, su basi contabili omogeneea quelle dell'esercizio precedente ed escludendo quindi gli effetti dell'IFRS 9, il risultato sarebbe stato pari a Euro -0,37milioni.

Esaminando il Conto Economico consolidato al 31 dicembre 2018, si segnala che i dividendi incassati dalle partecipate risultano pari a Euro 0,38 milioni (Euro 0,65 milioni nel 2017), gli interessi attivi e cedole sono pari a Euro 0,07 milioni (Euro 0,08 milioni nel 2017), mentre le plusvalenze nette realizzate nell'esercizio 2018 ammontano ad Euro 0,78 milioni (Euro 6,76 milioni nel 2017, per effetto soprattutto della dismissione della partecipazione in Cembre S.p.A.). Tuttavia, essendo queste in gran parte incluse nel plusvalore espresso dalla riserva di patrimonio netto costituita con l'applicazione dell'IFRS 9 al 1° gennaio 2018, finiscono per transitare nel conto economico consolidato per soli Euro 0,04 milioni.

I costi di struttura del Gruppo sono pari a Euro 1,65 milioni al 31 dicembre 2017, in incremento rispetto all'anno precedente (Euro 1,47 milioni nel 2017), principalmente per effetto dei costi sostenuti dalla SICAF, avviata nel 2018,e per il potenziamento della struttura organizzativa.Le voci principali di costo hanno riguardato i compensi per gli organi sociali e del personale, pari a Euro 0,99 milioni (Euro 0,93 milioni nel 2017) e spese amministrative pari a Euro 0,66 milioni (Euro0,54 milioninel 2017).

Le principali voci dell'attivo sono rappresentate per Euro 39,4 milioni da attività finanziarie al fair value con impatto a conto economico (Euro 28,1 milioni al 31 dicembre 2017) e per Euro 3,0 milioni da attività finanziarie valutate al costo ammortizzato(Euro 14,9 milioni al 31 dicembre 2017), costituite quasi interamente da liquidità disponibile.

I debiti finanziari, pari a Euro 8,20 milioni,si riferiscono per Euro 4,70 milioni al prestito obbligazionario "First Capital 2015-2020 5%"e per Euro 3,50 milioni all'utilizzo di una linea di credito.

Il Patrimonio Netto consolidato ("Net Asset Value" o "NAV") è pari Euro 34,1 milioni, corrispondente a Euro 14,21 per azione in circolazione, rispetto a Euro 37,9 milioni al 31 dicembre 2017, corrispondente a Euro 14,89 per azione in circolazione. Tale variazione negativa è prevalentemente imputabile al decremento netto del valore delle partecipazioni in portafoglio (Euro 1,81milioni) ed all'acquisto di azioni proprie (Euro 1,70 milioni).

La variazione del NAV per azione nell'esercizio è stata pari al -4,5%,ma inferiore a quella dei tutti i principali indici di riferimento (FTSE Small Cap -25,4%,FTSE All Share -16,7%, FTSE AIM Italia -12,0%).

INDIRIZZI STRATEGICIE INFORMAZIONI SUGLI INVESTIMENTI
Sul piano strategico, Value First SICAF S.p.A., il veicolo di investimento del Gruppo First Capital autorizzato da Banca d'Italia, nel 2018 ha avviato la propria operatività con il lancio del primo comparto,"Value First 1", di cui First Capital si è impegnata a sottoscrivere Euro 20 milioni. Al 31 dicembre 2018 il portafoglio del GruppoFirst Capital, in base ai prezzi di Borsa, ammonta complessivamente a Euro 39,5 milioni, rappresentato da Investimenti Strategici diretti (Euro 34,5milioni) e Investimenti in Altre Small Caps (Euro 5,0 milioni).

Le principali modifiche nella composizione del portafoglio intervenute nel corso dell'esercizio hanno riguardato:

Società SettoreData 1° InvestimentoValore al Prezzoal 31-dic-18 (€M)% Portafoglio al 31-dic-18% Portafoglio al 31-dic-17
TINEXTADigital Trust & Credit Info feb-1510,627%40%
INTREDTLClug-184,612%0%
EUKEDOSGestione RSAlug-144,411%16%
ORSEROFoodset-183,79%0%
TRIBOOMedia & E-Commerceott-142,67%15%
BOMILogistica Biomedicalemar-142,87%9%
TPSEngineeringnov-181,74%0%
LU-VEProdotti Industrialilug-131,85%8%
SPACTIVSPACfeb-182,36%0%
TOTALE INVESTIMENTI STRATEGICI 34,587%93%
INVESTIMENTI IN ALTRE SMALL CAPS 5,013%7%
TOTALE PORTAFOGLIO 39,5100%100%

i) l'acquisizione, per il tramite della SICAF, di partecipazioni rilevanti in Intred S.p.A. ed in TPS S.p.A., con contestuali accordi di partnership con i rispettivi azionisti di riferimento,

ii)l'acquisizione di una posizione in Orsero S.p.A. mediante acquisti sul mercato,iii)l'aumento di capitale nella partecipata Bomi Italia S.p.A,eiv) l'acquisizione dipartecipazioni minori in alcune SPAC ed in altre small caps.Sul frontedelle dismissioninon sono state effettuate cessioni rilevanti.

PRINCIPALI RISULTATI DELLA CAPOGRUPPO
Il progetto di bilancio di esercizio della Capogruppo, redatto in conformità ai Principi Contabili Italiani, evidenzia ricavi al 31 dicembre 2018 pari a Euro 1,73 milioni (Euro 8,01 milioni nel 2017) e sono rappresentati da profitti netti su operazioni finanziarie per Euro 0,78 milioni (Euro 6,85 milioni nel 2017, per effetto soprattutto della dismissione della partecipazione in Cembre S.p.A.), da dividendi per Euro 0,88 milioni, di cui Euro 0,50 milioni dalla controllata First Private Investment S.r.l. (Euro 1,05 milioni nel 2017, di cui Euro 0,40 milioni dalla controllata First Private Investment S.r.l.), da interessi attivi e cedole per Euro 0,07 milioni (Euro 0,08 milioni nel 2017).I costi di struttura sono passati da Euro 1,42 milioni al 31 dicembre 2017 a Euro 1,05 milioni al 31 dicembre 2018.

La Società chiude l'esercizio con un utile netto di Euro 0,24 milioni, rispetto ad Euro 5,50 milioni nel 2017. Le principali voci dell'attivo sono rappresentate da azionie altri titoli a reddito variabile per Euro 27,60 milioni (Euro 21,80 milioni nel 2017), da obbligazioni per Euro 0,45 milioni (Euro 0,47milionial 31 dicembre 2017), daliquidità disponibileper Euro 2,33milioni(Euro 13,70 milioni al 31 dicembre 2017) e da partecipazioni in impresecontrollate,complessivamente per Euro 7,99 milioni erappresentatedal 100% di First Private Investment per Euro 0,10 milioni (Euro 0,61 milioni al 31 dicembre 2017) e dal 100% di Value First SICAF per Euro 7,89 milioni (Euro 0,59 milioni al 31 dicembre 2017). La Società presenta debiti pari a Euro 8,20 milioni, che si riferiscono per Euro 4,70 milioni al prestito obbligazionario "First Capital 2015-2020 5%" e per Euro 3,50 milioni all'utilizzo diuna linea di credito.Il Patrimonio Netto contabileèpari a circa Euro 30,82milioni(Euro 32,28milionial 31dicembre 2017)in riduzione per l'effetto derivante dall'acquisto di azioni proprie.

EVENTI SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL BILANCIO ED EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Nei primi mesi del 2019, in un contesto caratterizzato da variazioni positive di tutti i principali indici italiani di Borsarispetto ad inizio anno (FTSE Small Cap +12,3%,FTSE All Share +13,1%, FTSE AIM Italia +3,7%), il portafoglio di First Capital ha registrato una crescita del+20%circa, sovraperformandoi suddetti indici di riferimento.

All'incremento del valore di portafoglio hanno contribuito principalmente le partecipazioni in:

i) Tinexta S.p.A., il cui titolo, per effetto dei risultati 2018 in crescita e superiori alle aspettative, ha registrato una performance positiva di oltre il +40% rispetto ad inizio anno; e

ii) in Bomi Italia S.p.A., sulla quale è stata promossa, da parte del Fondo Archimed, un'Offerta Pubblica di Acquisto volontaria totalitaria ad un corrispettivo di Euro 4,0 per ciascuna azione e di Euro 4.000 per ciascuna obbligazione convertibile portata in adesione.

Tale corrispettivo include un premio riconosciuto agli azionisti del 30,7% sul prezzo ante-annuncio dell'Offerta e del 50,4% sul prezzo medio a 6 mesi. First Capital,come già comunicato in data 1 marzo 2019, si è formalmente impegnata ad aderire all'Offerta con la totalità delle azioni e delle obbligazioni convertibili possedute.

Al perfezionamento dell'Offerta, First Capital potrà realizzare un cash multipledi circa 1,7x ed un IRR del 18% sull'investimento originario.

PROPOSTA DI DISTRIBUZIONE DEL DIVIDENDO
Il Consiglio diAmministrazione propone all'Assemblea dei Soci la distribuzione di un dividendo in parte in contanti ed in parte attraverso l'assegnazione di azioni proprie detenute in portafoglio, secondo le modalità di seguito indicate:

- Per la parte in contanti: la distribuzione di un importo pari ad Euro 0,250lordi per ogni azione ordinaria in circolazione (escluse le azioni proprie), utilizzando riserve disponibili; e

- Per la parte in azioni: l'assegnazione di azioni proprie in portafoglio nel rapporto di 1 azione ogni 26 azioni ordinarie First Capital, interamente prelevabili dalle azioni proprie in portafoglio della Società, con conseguente riduzione della relativa Riserva.

L'assegnazione delle azioni proprie corrisponde ad Euro 0,454 per azione, calcolato sulla base del prezzo di chiusura dell'azione alla data del 13 marzo 2019. Il dividendo complessivo per azione risulta quindi pari ad Euro 0,704 (yield del 6,0%). La proposta di distribuzione del dividendo prevede il seguente calendario: data di stacco 3 giugno 2019; data di legittimazione al pagamento 4giugno 2019 (record date); data di pagamento 5 giugno 2019.

ALTRE INFORMAZIONI

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di convocare l'Assemblea Ordinaria e Straordinaria dei Soci il 18 aprile 2019, in unica convocazione, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

Parte Ordinaria:

1) Approvazione del Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018 e della distribuzione del dividendo. Delibere inerenti e conseguenti

Parte Straordinaria:
1) Attribuzione al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell'art. 2420-ter e 2443 cod. civ., della facoltà di emettere, in una o più volte, entro e non oltre il 31 dicembre 2022, obbligazioni convertibili in azioni ordinarie della Società per un importo massimo di Euro 25.000.000, da offrire in opzione agli aventi diritto e/o con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ., con conseguente aumento di capitale a servizio della conversione per un controvalore massimo di Euro 25.000.000, comprensivo del sovrapprezzo, in una o più volte e in via scindibile, mediante emissione di azioni ordinarie della Società aventi godimento regolare e le medesime caratteristiche delle azioni ordinarie già in circolazione alla data di emissione.

Delibere inerenti e conseguenti
Per quanto riguarda il punto all'ordine del giorno dell'Assembleastraordinaria, si precisa che tale proposta si inserisce nell'ambito dell'obiettivo di reperire nuovi mezzi finanziari a supporto della crescita e dello sviluppo delle attività della Società.

L'Avviso di convocazione dell'Assemblea, le relazioni sui punti all'Ordine del giorno e la documentazione inerente all'Assemblea stessa, saranno messi a disposizione del pubblico nei tempi e modi previsti dalla legge e sul sito internet della Società.

GD - www.ftaonline.com