Azionario europeo incerto in avvio, bene i farmaceutici

12/07/2018 09:45:54

Avvio di seduta incerto per i maggiori indici azionari europei. Il Dax tedesco guadagna lo 0,04% e il Ftse 100 britannico lo 0,09 per cento. Sottotono invece l'Ibex spagnolo (-0,15%), il Cac francese (-0,06%) e il Ftse Mib italiano (-0,46%).
Appare dunque cauta la reazione ai cali di ieri dopo il recupero delle borse asiatiche e delle quotazioni del petrolio. Resta alta l'attenzione sulla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e sul meeting Nato a Bruxelles. Attese in giornata le minute degli incontri della Bce del 13 e 14 giugno scorsi.

A Parigi scivola sotto il riferimento Peugeot (-0,33% a € 20,94) dopo un primo allungo a quota 21,33 euro. Il gruppo PSA (che comprende anche i marchi Citroen e Opel/Vauxhall) ha annunciato di aver venduto nella prima metà del 2018 oltre 2,18 milioni di veicoli nel mondo, un nuovo record che segna un incremento del 38,1% a/a nonostante il deconsolidamento dell'Iran dallo scorso maggio a seguito della minaccia delle sanzioni statunitensi. Sulla stessa piazza finanziaria ArcelorMittal guadagna l'1,62% a seguito del parziale recupero dei prezzi delle materie prime nei mercati orientali.

A Francoforte si mette in luce il colosso farmaceutico Merck (+1,09%) sul quale Evercore ISI ha avviato la copertura con un rating outperform e prezzo obiettivo a 93 euro. Da evidenziare anche che l'agenzia di rating Moody's ha espresso valutazioni positive sul settore farmaceutico europeo ipotizzando una crescita dei ricavi nei prossimi mesi. Considerazioni incoraggianti che in queste ore supportano anche i rialzi a Londra di Astrazeneca (+1,20%).

GD - www.ftaonline.com