Astaldi ripiega verso il minimo storico: si attende decisione Tribunale su domanda concordato

11/10/2018 17:05:02

Nuova pesante flessione per Astaldi (asta di volatilità, teorico -17,32% a 0,6245 euro) dopo l'affondo di ieri, quando la società ha smentito le indiscrezioni del Sole 24 Ore relative a una spaccatura all'interno del cda sulla gestione del salvataggio del gruppo delle costruzioni. Si attende ora la decisione del Tribunale di Roma in merito alla "domanda di concordato preventivo con riserva, prodromica al deposito di una proposta di concordato preventivo in continuità aziendale". Intanto MF scrive che i creditori sono impegnati nella non semplice scelta dell'advisor, dopo che il mandato a Rothschild è scaduto con la domanda di concordato.

Prima della correzione partita dai massimi di ieri Astaldi aveva messo a segno un rimbalzo dal minimo storico del 2 ottobre (0,41 euro) pari a oltre il 126%, grazie al possibile intervento di Salini Impregilo e alle indiscrezioni di MF su un'ipotesi di intervento più corposo per il salvataggio del gruppo (finora alla scorsa settimana stimato in 1,5 miliardi di euro) e pari ad almeno 2 miliardi, comprendente un aumento di capitale vicino ai 600 milioni di euro (contro i 400 dei precedenti rumor).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com