La Borsa di Milano ha chiuso la seduta di ieri in rialzo

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta di ieri in rialzo. L'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,44% a 22.216,18 punti, il Ftse Italia All share lo 0,44%, il Ftse Italia Mid Cap lo 0,45% e il Ftse Italia Star lo 0,35%.

Giornata tranquilla ieri per le altre piazze europee alla vigilia della riunione della Bce che potrebbe calendarizzare la fine del Qe. Ieri sera (alle 20 ora italiana) la Fed ha comunicato la decisione sui tassi (incremento del costo del denaro di 25 punti base, secondo intervento all'insù del 2018). 

Sostanzialmente stabile lo Spread Btp/Bund a 236 punti base dopo l'asta odierna. Il Tesoro ha collocato titoli di Stato a 3,7 e 20 anni con rendimenti in deciso rialzo (quello del Btp scadenza 2021 ha raggiunto il 2,37%).

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ribasso a causa dell'accelerazione della stretta sui tassi. Il Dow Jones ha perso lo 0,47%, l'S&P 500 lo 0,40% e il Nasdaq Composite lo 0,11%.

La Fed come da attese ha alzato il costo del denaro di 25 punti base all'1,75%-2,00%, secondo intervento del 2018 dopo quello di marzo. La banca centrale americana ipotizza altri due rialzi per l'anno in corso.

Sull'azionario domestico da segnalare il buon comportamento del comparto bancario guidato da Unicredit (+1,42%). Alcuni quotidiani riferiscono che la banca guidata da Jean Pierre Mustier avrebbe messo sul mercato un pacchetto di crediti deteriorati per un valore nominale di circa 2 miliardi di euro, che potrebbe rappresentare la maggiore cessione secured effettuata fino a oggi dal gruppo.

Sugli scudi il Credito Valtellinese (+2,99%) che ha comunicato di aver completato in anticipo il piano de-risking.

Sopra la parità Banca Generali (+0,09%). Allianz Global Investors detiene dal 7 giugno scorso il 5,188% dell'istituto controllato da Generali. E' quanto emerge dalle comunicazioni Consob relative alle partecipazioni rilevanti.

Bene Poste Italiane (+1,89%). La società ha raggiunto un accordo con Amazon, di durata triennale e rinnovabile per un ulteriore biennio, per la consegna di prodotti e-commerce sul territorio nazionale. 

STM (+4,37%) e Ferrari (+3,33%) registrano le migliori performance del listino principale. Il gruppo di auto sportive ha toccato il nuovo record storico a 123,20 euro.

Tra i titoli negativi Italgas (-1,38%) nel giorno della presentazione del Piano Strategico 2018-2024, Saipem (-1,92%), Leonardo (-1,84%), TIM (-1,40%) e Buzzi Unicem (-1,42%). 

Tra i titoli a minore capitalizzazione da segnalare il forte rimbalzo di ePrice (+20%). 

Sul fronte macroeconomico in Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che a maggio l'indice dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,9% su base mensile, superiore alla rilevazione di aprile pari al +0,8%. L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (HICP) è cresciuto del 2,1% rispetto a maggio 2017, pari alla rilevazione precedente.

Eurostat ha reso noto che nel primo trimestre del 2018 il numero degli occupati nella Zona Euro e' cresciuto dello 0,4% rispetto al trimestre precedente (consensus +0,3%) dal +0,3% precedente. Su base annuale il numero degli occupati è salito dell'1,4% rispetto allo stesso periodo del 2017 dal +1,6% della rilevazione precedente.

Eurostat ha reso noto che nel mese di aprile la produzione industriale della Zona Euro e' cresciuta dell'1,7% su base annua (consensus +2,8%). A marzo la produzione era cresciuta del 3%. Su base mensile la produzione industriale ha registrato una flessione dello 0,9% deludendo le attese fissate su un calo dello 0,5%. A marzo la produzione industriale era cresciuta dello 0,6% (rivisto da +0,5%).

DATI ATTESI:
Il calendario macroeconomico di oggi giovedì 14 giugno 2018 prevede alle 01:01 GB Indice RICS (prezzi abitazioni) mag; 04:00 CINA Produzione industriale mag; 04:00 CINA Investimenti fissi mag; 06:30 GIA produzione industriale finale apr; 08:00 GER Inflazione finale mag; 08:45 FRA Inflazione finale mag; 10:30 GB Vendite al dettaglio mag; 13:45 EUR Riunione BCE; 14:30 EUR Conferenza stampa Draghi (presidente BCE); 14:30 USA Richieste settimanali sussidi disoccupazione; 14:30 USA Vendite al dettaglio mag; 14:30 USA Indice prezzi importazioni mag; 16:00 USA Scorte delle imprese aprile.