Analisi Varie Italia (AVI)

Le utility limitano i danni

A fronte di indici azionari italiani in calo di circa due punti percentuali le azioni delle società dei servizi al cittadino limitano i danni e mostrano il proprio carattere difensivo. L'indice settoriale Ftse Italia Servizi Pubblici perde lo 0,16 per cento. Nel paniere principale Enel cede lo 0,24%, Hera lo 0,67%, Italgas lo 0,17%, Terna lo 0,19 per cento. Fanno peggio A2A, che segna un ribasso dell'1,39%, e Acea (-2,09%).

Prysmian, supporto critico a 21,15 euro

Prysmian oggi e' in forte calo, a 21,37 euro circa, ma il ribasso non cancella ancora il rimbalzo del il 26 febbraio visto dal test a 21,15 dellamedia mobile esponenziale a 100 giorni. La reazione dovrà tuttavia superarearea 22,40 per puntare alla ricopertura del gap ribassista del 24 febbraio conlato alto a 22,93. Sopra quella quota resistenza a 24,04.

Momento critico per Poste

Poste sta esercitando un pericoloso pressing sulla base delcanale crescente disegnato dai minimi di ottobre 2018, passante a 10,25 circa.Il cedimento di quella quota, se confermato in chiusura di seduta, porterebbeal test del minimo del "martello" del 6 gennaio a 9,80, ultimo appiglioal quale aggrapparsi per evitare una discesa ampia, verso i 9 euro almeno.Oltre 10,60 target a 11,20, lato alto del gap del 24 febbraio.

AM - www.ftaonline.com

Pirelli resta schiacciato su un forte supporto

Pirelli resta schiacciato sul supporto offerto a 4,32 dalminimo del 5 febbraio. Fino a che i prezzi rimarranno al di sopra di questosostegno sarà possibile un tentativo di rimbalzo che sopra 4,53 potrebbeinteressare 4,70, lato alto del gap del 24 febbraio. Resistenza successiva a 5euro, media esponenziale a 100 giorni. Sotto area 4,30 rischio di cali fino a3,65, lato inferiore del canale ribassista che parte dal top di agosto 2018.

AM - www.ftaonline.com

Nexi, per adesso l'uptrend tiene

La flessione subita da Nexi dal massimo del 20 febbraio a16,91 non ha messo per adesso in discussione la precedente tendenza rialzista.Solo in caso di discese al di sotto di area 13,80 emergerebbe il timore di unacorrezione estesa del rialzo in atto dallo scorso novembre con obiettivi a13,40 e 12,50. Oltre 15,90, lato alto del gap del 24 febbraio, atteso nuovotest di 16,91, poi target a 17,50 euro.

AM - www.ftaonline.com

Moncler, ci sono i presupposti per un rimbalzo

Moncler ha toccato con i minimi del 26 febbraio a 34,13 il 78,6% di ritracciamento (riferimento di Fibonacci) del rialzo dal minimo di ottobre mettendo poi a segno una reazione. Su quel supporto si e' disegnato un potenziale doppio minimo, figura rialzista il cui primo minimo e' formato dal "martello" del 24 febbraio, tipologia di candela che con la sua presenza conferma la validita' del supporto raggiunto.

L'Italia rischia la recessione, Ftse Mib in situazione critica

Versione con grafici

L'Italia rischia la recessione, Ftse Mib in situazione critica. Il diffondersi dell'epidemia di coronavirus in Italia, a partire dalle regioni piu' prosperose del nord (Lombardia e Veneto da sole fanno quasi un terzo del Pil nazionale, se si aggiungono anche Emilia Romagna e Piemonte si arriva al 48%) rende probabile la ricaduta in recessione dell'economia dell'intero paese.

Atlantia: rumor su rinvio approvazione conti 2019 per stallo trattative concessioni

Male Atlantia -3,5%: Repubblica scrive che il gruppo dei Benetton che controlla Autostrade per l'Italia, in assenza di una definizione del dossier della revoca delle concessioni, potrebbe chiedere alla Consob un rinvio di due mesi dell'approvazione dei conti 2019 e della guidance per l'attuale esercizio. Al momento il cda di Atlantia è in calendario il 23 marzo, ma senza una risposta del governo alla proposta presentata dal gruppo la scorsa settimana tutto è in in forse.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Varie Italia (AVI)