Titoli Caldi della seduta in corso

Bancari in recupero grazie ai BTP

Bancari in netto recupero dal rosso visto in avvio favoriti dalla buona performance dei BTP: l'indice FTSE Italia Banche segna +0,2% (da -1,2% circa). Positive Mediobanca +0,7%, UBI Banca +0,4%, Intesa Sanpaolo +0,3%, UniCredit +0,1%. Restano in territorio negativo FinecoBank -1,4, BPER Banca -0,6%.

SF - www.ftaonline.com

Borsa italiana in flessione. Vendite su bancari e petroliferi, balzo GIMA. FTSE MIB -0,71%

Borsa italiana in flessione. Vendite su bancari e petroliferi, balzo GIMA. FTSE MIB -0,71%.


Il FTSE MIB segna -0,71%, il FTSE Italia All-Share -0,65%, il FTSE Italia Mid Cap -0,26%, il FTSE Italia STAR +0,11%.

BTP poco mossi.
Il decennale rende il 2,55% (invariato rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 253 bp (+1 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei negativi: Euro Stoxx 50 -0,6%, FTSE 100 -0,5%, DAX -0,3%, CAC 40 -0,7%, IBEX 35 -0,7%.

GIMA TT sui massimi da ottobre con ok FDA a sigarette IQOS

GIMA TT +18,3% e la controllante IMA (+11,7%, asta di volatilità) balzano in avanti dopo che la FDA americana ha concesso la prima autorizzazione alla commercializzazione negli USA delle sigarette IQOS (scaldano il tabacco invece di bruciarlo) prodotte da Philip Morris. GIMA TT, specializzata nella realizzazione di linee di packaging innovative per il mercato del tabacco, fornisce a Philip Morris i macchinari per il packaging dei prodotti IQOS.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

CIR: Banca Akros conferma accumulate ma riduce target

CIR +0,6% a 1,10 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione accumulate ma riduce il target da 1,30 a 1,26 euro. Ieri CIR ha comunicato i dati del primo trimestre 2019: ricavi in calo del 2,8% a/a a € 675,8 milioni, utile netto più che dimezzato a 4,5 milioni (9,5 milioni nel primo trimestre 2018). L'indebitamento finanziario netto consolidato al 31 marzo 2019, esclusi i debiti finanziari per diritti d'uso introdotti dal principio contabile IFRS 16, ammontava a € 315,9 milioni rispetto a € 297,1 milioni al 31 dicembre 2018.

Prysmian completa la rimonta

Prysmian, +2,2% a 17,1350 euro, completa la rimonta e annulla la massiccia flessione partita lo scorso 9 aprile con la notizia di nuovi problemi a Western Link e quindi con l'annuncio della necessità di riesaminare il bilancio 2018 approvato a inizio marzo. Il titolo si porta sopra una importante resistenza dinamica e sembra in grado di attaccare l'ostacolo statico a 17,4350 (target successivo a 18,40).

SF - www.ftaonline.com

Atlantia: massimi da agosto su ipotesi Delta in Alitalia

Atlantia +1,3% sale e tocca a 24,14 euro il massimo dal 14 agosto scorso, giorno del crollo del viadotto sul Polcevera a Genova. Il titolo approfitta probabilmente delle indiscrezioni relative alla disponibilità di Delta Airlines a partecipare al salvataggio di Alitalia con una quota del capitale superiore al 15% ipotizzato finora, a patto che si riesca a trovare un quarto socio (dopo FS e MEF): Atlantia è il nome più gettonato.

Pages

Subscribe to RSS - Titoli Caldi della seduta in corso