Titoli Caldi della seduta in corso

CIR: Banca Akros conferma accumulate ma riduce target

CIR +0,6% a 1,10 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione accumulate ma riduce il target da 1,30 a 1,26 euro. Ieri CIR ha comunicato i dati del primo trimestre 2019: ricavi in calo del 2,8% a/a a € 675,8 milioni, utile netto più che dimezzato a 4,5 milioni (9,5 milioni nel primo trimestre 2018). L'indebitamento finanziario netto consolidato al 31 marzo 2019, esclusi i debiti finanziari per diritti d'uso introdotti dal principio contabile IFRS 16, ammontava a € 315,9 milioni rispetto a € 297,1 milioni al 31 dicembre 2018.

Prysmian completa la rimonta

Prysmian, +2,2% a 17,1350 euro, completa la rimonta e annulla la massiccia flessione partita lo scorso 9 aprile con la notizia di nuovi problemi a Western Link e quindi con l'annuncio della necessità di riesaminare il bilancio 2018 approvato a inizio marzo. Il titolo si porta sopra una importante resistenza dinamica e sembra in grado di attaccare l'ostacolo statico a 17,4350 (target successivo a 18,40).

SF - www.ftaonline.com

Atlantia: massimi da agosto su ipotesi Delta in Alitalia

Atlantia +1,3% sale e tocca a 24,14 euro il massimo dal 14 agosto scorso, giorno del crollo del viadotto sul Polcevera a Genova. Il titolo approfitta probabilmente delle indiscrezioni relative alla disponibilità di Delta Airlines a partecipare al salvataggio di Alitalia con una quota del capitale superiore al 15% ipotizzato finora, a patto che si riesca a trovare un quarto socio (dopo FS e MEF): Atlantia è il nome più gettonato.

Ferragamo positiva ma sotto i massimi giornalieri

Salvatore Ferragamo, +3,4% a 20,25 euro, positiva ma sotto i massini di inizio mattinata (20,75). MainFirst ha migliorato il giudizio sul titolo da neutral a outperform e incrementato il target da 19 a 24 euro: gli analisti vedono benefici per il marchio e il mix di prezzi dopo la nomina del nuovo direttore creativo, Paul Andrew.

SF - www.ftaonline.com

Piazza Affari positiva, PIL in crescita e sopra le attese. FTSE MIB +0,28%

Piazza Affari positiva, PIL in crescita e sopra le attese. FTSE MIB +0,28%.


Il FTSE MIB segna +0,28%, il FTSE Italia All-Share +0,28%, il FTSE Italia Mid Cap +0,29%, il FTSE Italia STAR +0,31%.

BTP positivi, scende lo spread.
Il decennale rende il 2,58% (-1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 254 bp (-5 bp) (dati MTS).

STM in verde nonostante dati SIA

STMicroelectronics +1,1% positiva nonostante i dati diffusi ieri dalla Semiconductor Industry Association (SIA): le vendite globali di chip sono crollate nel primo trimestre del 13% annuo (e del 15,5% su base sequenziale) a quota 96,8 miliardi di dollari. STM ha chiuso il primo trimestre con risultati lievemente sotto le attese. I ricavi sono scesi del 6,7% a/a a 2,076 miliardi di dollari (consensus Bloomberg 2,11), l'EBIT del 21,6% a/a a 211 milioni (215,3) e l'utile netto del 25,4% a/a a 178 milioni (177,7).

Landi Renzo: Cristiano Musi confermato AD, assume incarico di direttore generale

Landi Renzo invariata: ieri l'assemblea ha approvato il bilancio 2018 (utile netto a Euro 4,5 milioni da 3,7 milioni nel 2017) e nominato il cda. Quest'ultimo ha poi conferma Cristiano Musi nel ruolo di amministratore delegato, affidandogli anche l'incarico di direttore generale.

SF - www.ftaonline.com

Intesa Sanpaolo: Banca Akros passa da buy ad accumulate

Intesa Sanpaolo +0,5% a 2,3440 euro. Banca Akros peggiora la raccomandazione da buy ad accumulate (resta comunque positiva) e conferma il target a 2,50 euro. E' in corso l'assemblea dei soci: l'a.d. Carlo Messina ha affermato che il management si impegna a far crescere l'utile anche nel 2019. Messina ha aggiunto che in termini di de-risking la banca farà meglio di quanto previsto dal piano.

SF - www.ftaonline.com

Sogefi: Kepler Cheuvreux riduce target

Sogefi -2,2% a 1,44 euro. Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione hold ma riduce il target da 1,70 a 1,60 euro. Gli analisti hanno abbassato del 3,3% e dell'1,2% rispettivamente le stime sull'utile per azione del 2019 e 2020 dopo i conti del primo trimestre pubblicati venerdì è scorso: ricavi in calo del 4% a/a, EBIT dimezzato a 11,3 milioni di euro (22,6 nel trim1 2018), utile netto crollato a 1,6 milioni (da 11,2 milioni nel trim1 2018).

Intesa Sanpaolo in verde su parole AD Messina in assemblea

Intesa Sanpaolo +0,3% sopra la parità e in controtendenza rispetto all'indice FTSE Italia Banche (-0,3%). E' in corso l'assemblea dei soci: l'a.d. Carlo Messina ha affermato che il management si impegna a far crescere l'utile anche nel 2019. Messina ha aggiunto che in termini di de-risking la banca farà meglio di quanto previsto dal piano.

SF - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Titoli Caldi della seduta in corso