Mercato Italiano

Piazza Affari debole, brilla il lusso. Sale lo spread. FTSE MIB -0,28%

Piazza Affari debole, brilla il lusso. Sale lo spread. FTSE MIB -0,28%.


Mercati azionari europei in calo nel finale. Wall Street debole: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, NASDAQ Composite -0,1%, Dow Jones Industrial -0,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,28%, il FTSE Italia All-Share a -0,23%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,05%, il FTSE Italia STAR a +0,03%.

MEF: entrate tributarie 2019, gettito di 359,8 mld nei primi 10 mesi

Nel periodo gennaio-ottobre 2019, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 359.830 milioni di euro, segnando un incremento di 5.432 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+1,5%).

Telecom in rosso: AD Gubitosi, rete unica con Open Fiber è scelta migliore

Telecom Italia -1,1% in calo. L'a.d. Luigi Gubitosi nel corso di un intervento al convegno 5G Italy ha affermato che l'integrazione con Oper Fiber è la strada più efficiente per dotare il Paese di un'infrastruttura all'avanguardia, "ma se questo obiettivo non fosse condiviso sarà comunque Tim a farsi carico di questa sfida". Il riferimento è alla freddezza con cui l'a.d. di Enel, Francesco Starace, nei giorni scorsi ha parlato dell'ipotesi di vendita del 50% di Open Fiber (l'altro 50% è in mano a Cdp).

Poste Italiane rischia la riattivazione del movimento ribassista

Poste Italiane, -1,8% a 10,30 euro, accelera al ribasso e si avvicina al minimo di inizio settimana a 10,2450 euro. Il titolo nelle due sedute precedenti aveva tentato una reazione rispetto alla flessione partita a fine novembre, reazione che ha trovato opposizione sui 10,50/10,60 euro. Si prospetta ora il rischio concreto di riattivazione del movimento ribassista: conferme in tal senso alla rottura confermata in chiusura di seduta di 10,2450 con obiettivo a 9,80/9,90 almeno. Concreti segnali di forza solo al perentorio superamento di 10,50/10,60.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Banca Generali: raccolta netta totale a €373 milioni a novembre

Banca Generali ha registrato a novembre una raccolta netta di €373 milioni per un totale di oltre €4,5 miliardi da inizio anno. Il dato del periodo evidenzia un'accelerazione verso le soluzioni gestite tornate da qualche mese al centro dell'attenzione dei risparmiatori. I flussi del mese si sono indirizzari prevalente verso i nuovi comparti della SICAV di casa LUX IM con una raccolta nei comparti retail di €216 milioni nel mese e di €1,9 miliardi da inizio anno (il 42% di tutta la raccolta del periodo).

Invitalia, nuovo Consiglio di Amministrazione

L'Assemblea degli azionisti dell'Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa - Invitalia, a seguito della scadenza del mandato del Consiglio di Amministrazione, ha preso atto della nomina dei nuovi Consiglieri e del Presidente avvenuta con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 4 dicembre 2019 e ha proceduto ai conseguenti adempimenti.

Pages

Subscribe to RSS - Mercato Italiano