Commenti Borse Internazionali

Shanghai in deciso calo. Hang Seng in flessione dello 0,65%

In una seduta complessivamente negativa per l'Asia (ma a Tokyo il Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,40%), le piazze cinesi si allineano alla tendenza ribassista, condizionata dalle tensioni geopolitiche legate agli apparenti attacchi a due petroliere nello Stretto di Hormuz (che divide il Golfo Persico dal Golfo di Oman), accelerando le perdite in chiusura. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 segnano declini dello 0,99% e dello 0,83% rispettivamente, contro il deciso calo dell'1,58% dello Shenzhen Composite.

Borse europee deboli

Le principali Borse europee hanno aperto l'ultima seduta della settimana deboli a causa delle tensioni geopolitiche legate agli apparenti attacchi a due petroliere nello Stretto di Hormuz (che divide il Golfo Persico dal Golfo di Oman). L'indice Stoxx 600 cede lo 0,1%, il Dax30 di Francoforte lo 0,4%, il Cac40 di Parigi lo 0,2%, il Ftse100 di Londra lo 0,1% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,1%.

Asia in flessione ma a Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,40%

Dopo una seduta positiva per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, apprezzatosi giovedì dello 0,57%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è invece stata di complessivo arretramento, a fronte delle tensioni geopolitiche legate agli apparenti attacchi a due petroliere nello Stretto di Hormuz (che divide il Golfo Persico dal Golfo di Oman). L'incidente, che ha spinto in rialzo del 2,2% Brent e Wti giovedì, è stato attribuito da Washington all'Iran.

Flash mercati

Future sugli indici azionari europei poco mossi: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: Euro Stoxx 50 +0,10%, Francoforte +0,45%, Londra -0,01%, Parigi +0,01%, Madrid +0,06%, Milano (FTSE MIB) +0,76%.

Future sugli indici azionari americani misti: S&P 500 +0,04%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial +0,12%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,41%, NASDAQ Composite +0,57%, Dow Jones Industrial +0,39%.

Usa: il petrolio spinge al rialzo la Borsa

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in rialzo spinta dalla buona performance del comparto energetico. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,39%, l'S&P 500 lo 0,41% e il Nasdaq Composite lo 0,57%.
Il petrolio (Wti) ha registrato un progresso del 2,23% a 52,28 dollari al barile dopo la notizia dell'attacco contro due petroliere nel Golfo dell'Oman.

Shanghai vira in positivo. Hang Seng in ribasso dello 0,15%

In una seduta negativa per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha perso lo 0,46%), le piazze della Cina continentale si allineano alla tendenza ribassista, recuperando però parte del terreno inizialmente perduto. Alla fine lo Shanghai Composite vira infatti in positivo e guadagna lo 0,05% contro flessioni limitate allo 0,15% e allo 0,03% rispettivamente per Shanghai Shenzhen Csi 300 e Shenzhen Composite.

Borse europee deboli

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta deboli. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,2%, il Dax30 di Francoforte lo 0,2%, il Cac40 di Parigi lo 0,2%, il Ftse100 di Londra lo 0,2% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,1%.
Nessuno sviluppo sulla guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro Pechino, ma gli investitori hanno sempre meno fiducia che un accordo possa essere raggiunto in occasione del summit del G20 a Osaka il 28 e 29 giugno prossimi.

Pages

Subscribe to RSS - Commenti Borse Internazionali