Analisi Indici Esteri (AIE)

Bella accelerazione rialzista per il Nikkei

Bel rialzo questa mattina per il Nikkei che ha chiuso le contrattazioni in crescita di oltre un punto percentuale attestandosi a 17235. I prezzi hanno dunque confermato il segnale positivo inviato ieri con il superamento di quota 17000, allungando il passo tanto da avvicinarsi sensibilmente al primo degli obiettivi individuati nei giorni scorsi a 17250.

Nikkei di nuovo a contatto con quota 17000

Marginale rialzo questa mattina per il Nikkei che ha archiviato le contrattazioni a 16998 punti in crescita dello 0,21%. L'indice ha chiuso in territorio positivo per la quarta volta consecutiva, tornando a contatto con la resistenza a quota 17000, ostacolo che settimana scorsa ne aveva frenato l'ascesa agevolandone la correzione in area 16700.

Nuovo passo avanti per il Nikkei

Terzo rialzo consecutivo per il Nikkei, che questa mattina ha archiviato le contrattazioni a 16963 punti in crescita dello 0,38%. L'indice nipponico ha dunque confermato le aspettative della vigilia, compiendo un nuovo passo avanti verso la resistenza a quota 17000, ostacolo che settimana scorsa ne ha frenato l'ascesa. Il fatto che i prezzi siano risaliti a ridosso di tale livello a distanza di pochi giorni, è testimonianza di vitalità da parte dei corsi e di voglia di proseguire il cammino di crescita intrapreso dai minimi di fine settembre.

Apertura settimanale positiva per il Nikkei

Rialzo dello 0,26% in avvio di ottava per il Nikkei, che questa mattina ha chiuso le contrattazioni a 16900 punti dopo aver toccato un massimo intraday a quota 16954. Resta sostanzialmente immutato il quadro grafico dell'indice nipponico, con i prezzi che hanno riconosciuto il supporto offerto in area 16770 dal 38,2% di ritracciamento del rialzo partito a fine settembre, mettendo a segno una reazione che tiene ancora in vita l'ipotesi di un nuovo imminente attacco ad area 17000.

Il Nikkei rimbalza in chiusura di settimana

Accenno di reazione per il Nikkei che questa mattina ha chiuso le contrattazioni con un progresso di mezzo punto percentuale a quota 16856, interrompendo la serie negativa delle due precedenti giornate. L'indice ha per il momento riconosciuto il supporto offerto in area 16770 dal 38,2% di ritracciamento del rialzo partito a fine settembre, tenendo ancora in vita l'ipotesi di un nuovo spunto rialzista nel breve che lo riconduca verso quota 17000.

Il Nikkei fallisce il rimbalzo

Giornata nervosa quella odierna per il Nikkei, che ha cercato in avvio di recuperare parte del terreno perso nelle due precedenti sedute (massimo intraday a 16974 punti) salvo poi arretrare in chiusura fino a quota 16780. La correzione avviata dai recenti massimi a 17074 non si è dunque arrestata ed ha ricondotto i prezzi fino sul 38,2% di ritracciamento del precedente rialzo. Il cedimento di quota 16800 rappresenta un primo campanello di allarme per l'indice che se confermato sotto 16770 porterebbe al probabile test in area 16600.

Il Nikkei non conferma la rottura della resistenza

Il Nikkei non è riuscito a dare seguito al rialzo che ieri lo aveva spinto oltre il muro dei 17000 punti arretrando questa mattina, in chiusura, di 1 punto percentuale circa a quota 16840. Il primo tentativo di mantenersi al di sopra della soglia critica a quota 17000 è dunque fallito; l'indice dovrà lottare nell'immediato per mantenersi oltre area 16800, circostanza che permetterebbe di conservare la spinta rialzista acquisita con il recupero delle ultime settimane, spinta necessaria per mettere in cantiere, in tempi brevi, un nuovo attacco a detta resistenza.

Nikkei oltre il muro dei 17000 punti

Seduta positiva questa mattina per il Nikkei alla riapertura delle contrattazioni dopo la festività di ieri. L'indice ha guadagnato 1 punto percentuale circa risalendo, sebbene marginalmente, al di sopra dei 17000 punti, a distanza di un mese dall'ultima volta. Un segnale importante che se venisse confermato nelle prossime sedute potrebbe mutare le prospettive dei corsi nel medio periodo, dando continuità al rialzo che è stato intrapreso dai minimi di fine giugno. Obiettivi a 17250 in prima battuta e più in alto nei dintorni di quota 17700.

Il Nikkei prende fiato dopo la recente corsa

Ultima seduta della settimana archiviata con una marginale flessione per il Nikkei, che questa mattina ha ceduto lo 0,23% portandosi a 16860 punti, interrompendo così la serie di 4 sedute consecutive di crescita. L'indice si è comunque mantenuto in prossimità della resistenza critica posta a 17000 punti, in attesa di trovare la forza necessaria per sferrare l'attacco vincente.

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Indici Esteri (AIE)