Analisi Indici Esteri (AIE)

Nikkei 225 torna oltre quota 18mila punti

Buon inizio di settimana per il Nikkei 225 che termina la seduta a 18106,02 punti, in rialzo dello 0,77%. L'indice principale del mercato azionario giapponese torna oltre quota 18mila per la prima volta da inizio 2016 e consolida il segnale grafico positivo inviato venerdì con il superamento del massimo di inizio febbraio a 17905 circa e il conseguente abbandono dalla fascia laterale che ha caratterizzato quasi tutto il 2016.

Nikkei poco mosso

Seduta tranquilla oggi per il Nikkei 225 (chiusura a 17668,15 punti, -0,03%) dopo le ampie oscillazioni delle quattro precedenti. Il quadro tecnico di breve resta quindi invariato, con l'indice proteso verso il massimo di inizio febbraio a 17905 punti circa, resistenza decisiva per sbloccare il movimento laterale che domina il grafico sin da inizio 2016. Una vittoria su questo ostacolo proietterebbe le quotazioni sull'ex supporto di area 18550, con obiettivo successivo a 19100/19150.

Il Nikkei allunga il passo

Ottimo spunto rialzista per il Nikkei 225 che ha iniziato la settimana con un +1,71% a 17672,62 punti, toccando i massimi da febbraio. L'indice del mercato azionario giapponese ha in tal modo consolidato i progressi visti nella parte finale della scorsa ottava, candidandosi a un attacco al massimo di inizio febbraio a 17905 punti circa, resistenza decisiva per lasciarsi alle spalle il movimento laterale che ha caratterizzato gran parte del 2016. In caso di successo, primo obiettivo sull'ex supporto di area 18550, successivo a 19100/19150.

Il Nikkei testa le resistenze

Il Nikkei ha archiviato le contrattazioni odierne a 17374 punti, facendo registrare un progresso dello 0,18%. Nonostante la variazione percentuale finale sia risultata marginale, la seduta non è stata monotona, con i prezzi che hanno provato ad allungare il passo dopo il forte recupero di ieri, ma che hanno incontrato un muro per ora insormontabile nella resistenza opposta dai massimi di aprile in area 17600.

Il Nikkei reagisce con veemenza

A distanza di un solo giorno dal crollo superiore al 5 per cento che aveva ricondotto le quotazioni in area 16250, il Nikkei si è ripreso quanto lasciato sul terreno, guadagnando questa mattina 6,7 punti percentuali, risalendo così fino a quota 17344. I prezzi si sono dunque riportati al di sopra dei massimi di martedì riprendendo di fatto il cammino di crescita interrotto ieri.

Forte ondata di vendite sul Nikkei

Crolla il Nikkei che questa mattina ha fatto registrare un calo del 5,36% portandosi a 16251 punti. E pensare che l'indice aveva aperto bene salendo fino ad avvicinarsi ai massimi della scorsa ottava prima di arretrare rapidamente fino sui livelli di chiusura. In un solo giorno è stato bruciato il rialzo partito a fine settembre ed ora lo scenario grafico di medio termine torna in forte discussione.

Nikkei poco mosso

Nikkei poco mosso al termine di una seduta in cui ha provato a dare continuità al rialzo di ieri. L'indice ha chiuso le contrattazioni a 17171 punti (-0,03%) dopo un buon avvio che lo aveva spinto fin sopra all'ultimo dei ritracciamenti (Fibonacci) della discesa dai massimi di settimana scorsa. Il quadro grafico non ha subito variazioni di rilievo, la permanenza dei corsi al di sopra del supporto in area 16900 salvaguarda per il momento la solidità del trend rialzista in atto da fine settembre.

Nikkei tonico in avvio di ottava

Avvio di ottava positivo per il Nikkei che ha fatto registrare un rialzo dell'1,61% salendo a 17177 punti. L'indice nipponico ha dunque reagito con veemenza al recente calo che lo aveva ricondotto a contatto con il supporto in area 16900, salvaguardando per il momento la solidità del trend rialzista in atto da fine settembre. I corsi stanno consolidando tale movimento e la permanenza al di sopra di quota 16900 resta compatibile con l'ipotesi di una fase interlocutoria del rialzo prima che si possa assistere ad un nuovo allungo.

Nikkei a contatto con il supporto

Secondo ribasso consecutivo per il Nikkei che dopo la festività di ieri è tornato questa mattina alle contrattazioni facendo registrare un ribasso dell'1,35% che lo ha ricondotto a 16905 punti. In sole due sedute l'indice ha vanificato il rialzo di due settimane, andando a mettere pressione al supporto strategico, nel breve, posto a quota 16900. La velocità con cui i prezzi sono tornati rivedere questo livello lascia più di un dubbio sulle reali capacità di recupero dei corsi nell'immediato.

Il Nikkei ritraccia dopo le recenti fatiche

Corposo ribasso questa mattina per il Nikkei che ha ceduto 1,76 punti percentuali arretrando in chiusura a quota 17134. Dopo l'incertezza delle ultime sedute l'indice nipponico ha dunque perso vistosamente terreno, andando a ritracciare metà circa del rialzo partito a metà ottobre. Un movimento che seppur ampio, rientra per il momento nel novero delle correzioni e può essere classificato come fisiologico dopo il recente rally.

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Indici Esteri (AIE)