Analisi Mercato Forex (AFO)

Eur/Usd fermo sotto quota 1,10

Eur/Usd fermo sul livello più basso da oltre due anni. Soffocato immediatamente il tentativo di reazione messo a segno il 23 agosto da area 1,1060, la scorsa ottava il cambio ha toccato un minimo a 1,0961, a contatto con il lato inferiore del canale disegnato dai massimi di inizio anno. Il quadro grafico di breve resta dunque orientato al ribasso e sarà necessario un colpo di reni da parte dei corsi per scongiurare la riattivazione del trend ribassista di fondo verso obiettivi a 1,0840 circa e più in basso fino ai minimi del 2017 toccati a 1,0350 circa.

Euro in deciso calo contro Dollaro

Perde quota la valuta unica europea nei confronti del dollaro. Il cambio tocca nuovi minimi da oltre due anni scendendo in area 1,10. Prosegue dunque il movimento ribassista che sta riavvicinando i corsi ai minimi del 2017 toccati a 1,0350 circa. Euro debole anche contro la Sterlina con i prezzi che tornano in prossimità dei minimi settimanali toccati a 0,9015.

AC - www.ftaonline.com

Eur/Jpy, attesa una reazione

Poco mosso l'Euro nei confronti dello Yen dopo test di quota 116,56, minimo da aprile 2017. I corsi faticano a recuperare il sostegno di area 118,00 determinante per allentare le pressioni ribassiste, sebbene la presenza di una divergenza rialzista tra il grafico dei prezzi e gli oscillatori tecnici più comuni lascia intendere la possibilità di una reazione. Nel caso di una stabilizzazione oltre quota 118 giungerebbero segnali di ripresa per obiettivi in area 120/120,50, per un nuovo test della linea che scende dai top di aprile.

Eur/Gbp stabile dopo il la chiusura del Parlamento britannico avvallata dalla Regina

Valuta unica stabile contro la Sterlina, dopo l'audace decisione della regina Elisabetta di autorizzare il neo primo ministro Boris Johnson a sospendere il Parlamento fino al 14 ottobre. La correzione delle ultime settimane sta rallentando dopo l'avvicinamento ai primi supporti in area 0,90.

Eur/Usd mette sotto pressione supporti di rilievo

Eur/Usd mette sotto pressione supporti di rilievo. Soffocato immediatamente il tentativo di reazione messo a segno il 23 agosto da area 1,1060, il cambio è tornato a mettere sotto pressione i sostegni critici a quota 1,1050/1,1060. Il quadro grafico di breve resta dunque orientato al ribasso con i prezzi che puntano a un nuovo test dei minimi di luglio a quota 1,1025. La tenuta di questo riferimento si dimostrerà fondamentale per scongiurare la riattivazione del trend ribassista di fondo verso obiettivi a 1,090 e 1,0840 circa, livelli toccati oltre un anno fa.

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Mercato Forex (AFO)