Analisi Mercato Forex (AFO)

EUR/USD rivede quota 1,05

Le politiche fiscali divergenti potrebbero rafforzare ulteriormente il Dollaro. L'ascesa di Trump alla Casa Bianca potrebbe generare inflazione e spingere la Fed a inasprire i tassi, allargando il divario tra il Vecchio e il Nuovo Continente. Dopo essere volato il 9/11 fino a quota 1,13 contro il Dollaro, l'Euro ha invertito bruscamente la rotta, travolgendo tutti i supporti lentamente costruiti nel corso dell'anno.

Dollaro forte dopo elezione di Trump

L'effetto Trump si è visto sui mercati valutari, ma è durato meno di 24 ore. Dopo essere volato fino a quota 1,13 contro il Dollaro, l'Euro ha invertito bruscamente la rotta. La Moneta Unica ha infatti fallito un appuntamento importante, a 1,12 transitava la linea tracciata dai massimi di agosto e passante per quelli di settembre, avvitandosi su se stessa fino al test dei supporti statici a 1,086, minimi toccati a ottobre, non distanti dai minimi estivi.

Effetto Trump: EUR/USD a 1,12

L'effetto Trump dirompe sui mercati valutari. L'euro vola sopra 1,12 dollari, dopo aver chiuso ieri a quota 1,1040. Nel corso della notte la Moneta Unica era scesa avvicinandosi ai supporti a 1,0950 salvo poi invertire la rotta e risalire la china fino a 1,13, per poi trovare un punto di equilibrio a 1,12 circa. Dal superamento o meno di quest'area, dove transita la linea che unisce i massimi decrescenti da agosto, dipenderanno le sorti future del cambio. In caso di vittoria infatti si aprirebbero spazi di ripresa verso area 1,1360, picco di agosto, poi verso 1,14/1,1420.

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Mercato Forex (AFO)