Commento tecnico

El.En. accelera sui livelli di un anno fa

El.En. (+3,76%) accelera al rialzo fino a 24,50 euro, lato superiore del canale che sale dai miimi di fine 2018, spingendo in zona di eccesso i principali oscillatori grafici. L'arrivo su questi livelli e l'ipercomprato potrebbero tuttavia frenare ulteriori ambizioni di crescita favorendo delle prese di beneficio verso 20,60 euro. Oltre 24,50 via libera invece verso 26,10 euro (61,8% di retracement del ribasso partito nel maggio del 2018) e 27 circa.

CC - www.ftaonline.com

Unicredit respinto da una forte resistenza

Unicredit respinto da una forte resistenza. Unicredit ha avvicinato con i massimi del 13 e del 16 settembre a 11,46/48 il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal picco di aprile. Solo la rottura di questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci permetterebbe il proseguimento del rimbalzo in atto dal minimo di agosto verso area 12,20 almeno. Sotto 10,80 invece target a 10,03, base del gap del 4 settembre.

AM - www.ftaonline.com

Ubi Banca, possibile un segnale di forza duraturo

Ubi Banca sta premendo ormai da alcune sedute in area 2,55 contro la media mobile esponenziale a 200 giorni e il lato alto del canale ribassista che tracciato dal top di metà aprile. Una rottura decisa di questa resistenza confermerebbe il segnale di forza derivato dal superamento il 13 settembre a 2,50 della trend line che unisce il massimo di maggio con quello di settembre 2018 e prospetterebbe rialzi verso il top di aprile a 2,87 euro. Resistenza intermedia a 2,68 euro.

Terna, il trend ribassista resta attivo

Terna ha tentato di riportarsi il 29 agosto e il 4 settembre al di sopra della trend line che sale dai minimi di ottobre 2018, violata al ribasso il 19 luglio e ora tornata a funzionare da resistenza a 5,90 circa. Il ribasso avviatosi dal doppio massimo disegnato in quell'area potrebbe non essere ancora estinto. Sotto 5,45 rischio di flessioni verso 5,15 almeno. Solo oltre 5,90 target a 6,04, top di giugno.

AM - www.ftaonline.com

Possibile rallentamento per Sesa dopo il rally su nuovi record

Sesa (+3,07%) ha saputo sfruttare la leva offerta dalla media mobile a 50 sedute ora in transito a 33,90 circa, accelerando fino sul lato superiore del canale che contiene il rialzo dai minimi di giugno, a 26,60 euro. In corrispondenza di questo livello, tuttavia, l'RSI a 14 sedute non è riuscito a superare i propri massimi disegnando quindi una divergenza potenzialmente ribassista. Lo scenario rialzista verrebbe compromesso sotto 36,50. Diversamente la struttura si confermerà saldamente orientata al rialzo verso.target a 41,30 circa.

CC - www.ftaonline.com

Reno De Medici verso il limite superiore del range

Reno De Medici (+1,31%) si muove dai minimi di maggio all'interno di una fase laterale convergente compresa tra 0,59 e 0,67 circa. La rottura del limite superiore del range porterebbe le quotazioni a confrontarsi nuovamente con gli ostacoli presenti in area 0,70 ed eventualmente più in alto fino al test dei top di febbraio a 0,807 euro. Nella direzione opposta, sotto 0,59 giungerebbero invece segnali negativi in grado di riattivare la tendenza ribassista attiva dai top di agosto 2018 in direzione di area 0,50.

CC - www.ftaonline.com

Video: Mediobanca tocca una resistenza chiave

Mediobanca, ottimo anticipatore delle sorti della borsa nel suo complesso, sta tentando di scavalcare una resistenza cruciale, oltre la quale si aprirebbe una nuova stagione di rialzi. Quadro grafico interessante anche per Atlantia, Autogrill, Carel Ind., Moncler e Salini Impregilo.

AM - www.ftaonline.com

OVS prepara nuovo attacco a resistenza determinante

OVS (+4,26%) rimbalza dopo una breve pausa sfruttando il supporto offerto in area 1,67 dalla media mobile esponenziale a 50 sedute. Sviluppi positivi validi anche nel medio lungo termine giungerebbero al superamento a 1,85 circa della linea che scende dai massimi primaverili, per target a 2 euro circa, poi a 2,35 circa. Al contrario, la violazione di area 1,65/1,67 favorirebbe il test a 1,60 circa della trend line disegnata dai minimi di fine 2018.

CC - www.ftaonline.com

I 6 migliori e i 6 peggiori titoli secondo l'analisi tecnica tra i 100 piu' liquidi del mercato

I 6 migliori e i 6 peggiori titoli secondo l'analisi tecnica tra i 100 piu' liquidi del mercato.

I 6 migliori titoli secondo l'analisi tecnica tra i 100 piu' liquidi del mercato

EUROTECH interessante sopra 7.701 euro, stop loss: 7.2708 , obiettivo: 8.079 .

EL.EN. interessante sopra 23.895 euro, stop loss: 23.0547 , obiettivo: 24.666 .

ESPRINET interessante sopra 3.759 euro, stop loss: 3.6736 , obiettivo: 3.873 .

BANCA SISTEMA interessante sopra 1.540 euro, stop loss: 1.4624 , obiettivo: 1.610 .

L'Angolo del Trader

Eccellente performance ieri per Enel (+2,04% a 6,65 euro), capace di mettersi in evidenza in un settore utility decisamente ben intonato (indice FTSE Italia Servizi Pubblici a +1,93%) grazie alla buona performance dei BTP e al conseguente calo dei rendimenti. Il titolo ha approfittato anche dell'annuncio del gruppo di voler ridurre del 70% le proprie emissioni dirette di gas a effetto serra per kWh entro il 2030, rispetto ai valori del 2017.

Pages

Subscribe to RSS - Commento tecnico