Commento tecnico

Figura rialzista per l'EURO STOXX® Food & Beverage

Figura rialzista per l'EURO STOXX® Food & Beverage. Il settoriale EURO STOXX® Food & Beverage (EU0009658368), paniere i cui maggiori rappresentanti sono ANHEUSER-BUSCH INBEV, DANONE, PERNOD RICARD e che contiene anche DAVIDE CAMPARI, ha toccato venerdi' un massimo a 616,55 euro superando cosi' la trend line che unisce il top del 14 novembre e del 7 gennaio, passante a 613,50 circa. Questa linea di tendenza e' la "neckline" del testa spalle rialzista disegnato dai prezzi dai minimi del 5 novembre scorso.

A2A accelera verso i massimi pluriennali

A2A si lascia alle spalle la resistenza a 1,70 euro e accelera verso i massimi pluriennali poco sotto area 1,82 toccati a inizio novembre. Oltre questi ultimi riferimenti riattivazione della tendenza ascendente in essere dal 2012 verso 2,05 circa, lato alto del canale che conduce il rally. Segnali di debolezza in caso di ritorno sotto 1,70 per 1,63/1,64 e 1,59/1,60, supporti decisivi nel medio termine.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Ftse Mib in lotta con resistenza chiave

Il Ftse Mib ha toccato venerdi' dei nuovi massimi annuali a 24168 punti, superando, anche se solo marginalmente, quelli del 10 gennaio di area 24147 punti. In corrispondenza di questi livelli si colloca la trend line crescente che unisce il top del 12 novembre con quello del 20 dicembre, linea passante per la precisione a 24100, che forma il lato alto di una sorta di "imbuto" il cui limite inferiore e' la trend line, anche lei crescente, che unisce i minimi di inizio dicembre e di inizio gennaio.

Amplifon oscilla a ridosso del massimo storico

Amplifon oscilla a ridosso del massimo storico a 26,80 euro toccato lo scorso 2 dicembre. In caso di breakout riattivazione della tendenza ascendente di lungo periodo verso 30 e 31,50. Discese sotto 25,00/25,10 anticiperebbero invece un test delle ex resistenze di area 24, ora supporti decisivi per scongiurare un movimento correttivo rispetto al rally originato dai 20,24 di fine ottobre.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Ejf Capital sale al 10,7% di doValue

Il 9 gennaio 2020 EJF Capital LLC (EJF) ha superato la soglia del 10% del capitale di doValue a seguito dell'acquisto di altre azioni della società sul mercato. Lo si apprende dalle ultime comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti. La posizione aggregata di EJF in doValue tramite le società controllata ha dunque superato la soglia rilevante. Complessivamente EJF controlla quote di doValue pari al 10,74% del capitale azionario, ossia 8.589.304 azioni ordinarie. EJF non intende ottenere il controllo di doValue o influenzare in qualunque modo il suo management.

Fase incerta per Atlantia

Fase incerta per Atlantia che non riesce ad alimentare il rimbalzo e si allontana nuovamente dal massimo pre-natalizio a 22,30 euro. Discese sotto 20,20 favorirebbero un test di 19,00/19,50, supporti decisivi per scongiurare l'affondo verso area 17. Il superamento di 22,30 andrebbe a completare il potenziale doppio minimo in formazione da inizio novembre, con primo obiettivo a 23 e successivo in area 25.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Su Eur/Usd prende forma una figura ribassista

Su Eur/Usd prende forma una figura ribassista. La reazione avviata da area 1,1060 è stata cancellata dal ribasso di venerdì. Le oscillazioni disegnate dai top di metà dicembre stanno configurando un potenziale "testa e spalle" ribassista, dove la neck line è rappresentata dai supporti strategici a 1,1060 circa, punto in cui confluiscono elementi tecnici di rilievo quali la trend line che sale dai minimi di ottobre e un fascio di medie mobili a 50 e 100 giorni.

Banca Generali consolida il recente rimbalzo

Banca Generali consolida il recente rimbalzo successivo al test dei supporti ed ex resistenze. Il titolo, una volta superati i 31,10 euro, potrà fare ritorno sui massimi pluriennali a 32,10 toccati a metà novembre, per poi eventualmente proseguire verso il record del 2015 a 33,44. Discese sotto 29,50 creerebbero invece le premesse per approfondimenti verso 28 e 26,50 (appoggio successivo sui decisivi 25,50).

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Azimut tocca i massimi da fine 2015

Azimut Holding accelera e tocca i massimi da fine 2015. In caso di stabilizzazione oltre area 24 euro verrebbe riattivato il rally partito a fine 2018 verso il record storico a 29,80, con obiettivo di brevissimo termine a 24,47 e, in ottica di medio periodo, a 27,30. Discese sotto 22,50 favorirebbero invece una correzione verso area 21 almeno, con rischio di test del recente minimo a 20,38.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

BPER Banca, obiettivi fino a 5,20 euro

BPER Banca si muove al rialzo dai minimi di inizio dicembre seguendo il supporto offerto dalla media mobile esponenziale a 20 giorni, ora a 4,53 circa. La tenuta di questo sostegno dovrebbe favorire prima la rottura di 4,67, top di gennaio, poi movimenti verso il lato alto del canale crescente disegnato dai minimi di agosto, passante a 5,20. Sotto 4,53 rischio invece di movimenti verso la base del canale, a 4,30 euro.

AM - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Commento tecnico