Mercati asiatici

Crollo del 9% al Nasdaq per Broadcom su outlook peggiorato

Broadcom ha sfiorato un crollo del 9% in after market (la seduta di giovedì al Nasdaq si era invece chiusa in rialzo dello 0,67%), dopo che il produttore Usa di semiconduttori per le telecomunicazioni ha comunicato risultati relativi al secondo trimestre del suo esercizio segnati da ricavi inferiori alle attese e, soprattutto, peggiorato la guidance sull'intero esercizio, principalmente a causa degli effetti della guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro la Cina.

Cina: in maggio tasso disoccupazione rimasto stabile al 5,0%

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechino, in maggio il tasso di disoccupazione è rimasto stabile in Cina sul 5,0% già registrato in aprile (5,2% in marzo), contro il 4,8% del maggio 2018. La statistica, elaborata attraverso un sondaggio e introdotta nel 2014 (solo dall'aprile 2018 viene diffusa su base mensile), non è considerata però affidabile da molti economisti, visto che Pechino misura solo l'occupazione nelle aree urbane.

RR - www.ftaonline.com

Shanghai in deciso calo. Hang Seng in flessione dello 0,65%

In una seduta complessivamente negativa per l'Asia (ma a Tokyo il Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,40%), le piazze cinesi si allineano alla tendenza ribassista, condizionata dalle tensioni geopolitiche legate agli apparenti attacchi a due petroliere nello Stretto di Hormuz (che divide il Golfo Persico dal Golfo di Oman), accelerando le perdite in chiusura. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 segnano declini dello 0,99% e dello 0,83% rispettivamente, contro il deciso calo dell'1,58% dello Shenzhen Composite.

Cina: investimenti in fixed asset in crescita del 5,6% annuo

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechino, gli investimenti in fixed asset (dato che comprende infrastrutture, apparecchiature industriali e costruzioni) hanno registrato in Cina una crescita del 5,6% annuo nel periodo gennaio-maggio, contro il 6,1% del consensus di Reuters per una lettura invariata rispetto ai primi quattro mesi del 2019 (6,3% nel primo trimestre).

RR - www.ftaonline.com

Cina: in maggio vendite al dettaglio salite dell'8,6% annuo

Secondo i dati diffusi dal ministero del Commercio di Pechino, in maggio le vendite al dettaglio sono salite in Cina dell'8,6% annuo, in accelerazione rispetto al precedente progresso del 7,2% (8,7% in marzo), quando era stata registrata la performance più debole dal marzo 2003. Il dato è superiore all'8,1% del consensus di Reuters, ma secondo alcuni osservatori la performance positiva è più legata alla ripresa dell'inflazione che a un miglioramento della fiducia dei consumatori.

RR - www.ftaonline.com

Cina: in maggio produzione industriale salita del 5,0% annuo

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechino, in maggio la produzione industriale è salita in Cina del 5,0% annuo, in ulteriore rallentamento rispetto al precedente rialzo del 5,4% (8,5% il balzo di marzo). Il dato si confronta con la lettura invariata al 5,4% attesa dagli economisti.

RR - www.ftaonline.com

Nikkei positivo in chiusura di settimana

Torna il segno positivo sul Nikkei dopo due sedute archiviate sotto la parità. Questa mattina l'indice nipponico ha fatto segnare un progresso dello 0,4% attestandosi a quota 21116,89. Graficamente non è cambiato molto rispetto a ieri: i prezzi che si sono mantenuti al di sopra del supporto offerto dal 38,2% di ritracciamento del rialzo partito dai bottom di settimana scorsa in area 20300, riferimento posizionato a 20900 circa, in prossimità dunque della base del gap up lasciato aperto lunedì in avvio di scambi.

Asia in flessione ma a Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,40%

Dopo una seduta positiva per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, apprezzatosi giovedì dello 0,57%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è invece stata di complessivo arretramento, a fronte delle tensioni geopolitiche legate agli apparenti attacchi a due petroliere nello Stretto di Hormuz (che divide il Golfo Persico dal Golfo di Oman). L'incidente, che ha spinto in rialzo del 2,2% Brent e Wti giovedì, è stato attribuito da Washington all'Iran.

Giappone: capacità utilizzo impianti calata dello 0,5% annuo

Secondo quanto comunicato dal ministero nipponico di Economia, Commercio e industria, in aprile la capacità di utilizzo degli impianti in Giappone è calata dello 0,5% annuo, in miglioramento rispetto al crollo del 4,5% di marzo. Su base mensile rettificata stagionalmente, la letrura è invece per un declino dello 0,8% contro il progresso dell'1,0% di marzo.

RR - www.ftaonline.com

Flash mercati

Future sugli indici azionari europei poco mossi: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: Euro Stoxx 50 +0,10%, Francoforte +0,45%, Londra -0,01%, Parigi +0,01%, Madrid +0,06%, Milano (FTSE MIB) +0,76%.

Future sugli indici azionari americani misti: S&P 500 +0,04%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial +0,12%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,41%, NASDAQ Composite +0,57%, Dow Jones Industrial +0,39%.

Pages

Subscribe to RSS - Mercati asiatici