Mercati asiatici

Cina: a giugno riserve valute estere salite a 3.112 miliardi

Secondo quanto comunicato martedì dalla People's Bank of China, in giugno le riserve in valute estere di Pechino sono salite a 3.112 miliardi di dollari dai 3.102 miliardi di maggio, contro i 3.120 miliardi del consensus di Reuters. Le riserve d'oro di Pechino, intanto, sono salite in termini di valore a 110,76 miliardi di dollari dai 108,29 miliardi di fine maggio (invariate a 62,64 milioni di once).

RR - www.ftaonline.com

Giappone: surplus partite correnti in declino del 26% annuo

Secondo quanto comunicato su base preliminare dal ministero delle Finanze nipponico, il surplus delle partite correnti del Giappone ha registrato in maggio un declino del 26% annuo, dopo il crollo dell'84% di aprile (31% la contrazione di marzo) attestandosi a 1.177 miliardi di yen, comunque in netta crescita rispetto ai 263 miliardi di aprile (1.971 miliardi in marzo). Il dato è superiore ai 1.088 miliardi attesi dagli economisti e segna il settantunesimo mese consecutivo in surplus per le partite correnti del Sol Levante.

RR - www.ftaonline.com

Il Nikkei 225 estende la correzione, ancora in piedi l'ipotesi rialzista

Mercato azionario giapponese in ribasso. Il Nikkei 225 ha terminato la seduta odierna a 22438,65 punti, -0,78% rispetto alla chiusura precedente (22614,69). L'indice nipponico subisce un'ulteriore correzione (dopo quella di ieri) rispetto al bel progresso messo a segno a inizio settimana.

Shanghai ancora in rialzo. Nikkei 225 in declino dello 0,78%

Dopo una seduta in negativo per Wall Street (peggiore dei tre principali indici newyorkesi il Dow Jones Industrial Average, deprezzatosi dell'1,51% martedì), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza ribassista è proseguita, per quanto in modo maggiormente contrastato. A deprimere i mercati ancora i timori legati alla crescita dei contagi da Covid-19 in diverse parti del mondo.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei negativi (rispetto ai prezzi segnati in corrispondenza della chiusura dei sottostanti alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -1,1%, FTSE 100 -1,1%, DAX -1,0%, FTSE MIB -1,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: EURO STOXX 50 -0,85%, Londra (FTSE 100) -1,53%, Francoforte (DAX) -0,92%, Parigi (CAC 40) -0,74%, Madrid (IBEX 35) -1,44%, Milano (FTSE MIB) -0,10%.

Giappone: a giugno Economy Watchers in recupero a 38,8 punti

L'Ufficio di Gabinetto nipponico ha comunicato il dato relativo all'Economy Watchers corrente (sondaggio che determina la fiducia tra i lavoratori in Giappone in relazione all'attività economica e permette di anticipare la spesa dei consumatori) che segna in giugno un ulteriore recupero a 38,8 punti dai 15,5 punti di maggio (7,9 in aprile, quando si era attestato sui minimi dal 2002, anno in cui si era iniziato a elaborare la statistica).

RR - www.ftaonline.com

Giappone: a giugno prestiti erogati cresciuti del 6,2% annuo

La Bank of Japan ha comunicato che in giugno i prestiti erogati dagli istituti di credito del Sol Levante sono cresciuti del 6,2% annuo (a quota 570.111 miliardi di yen, pari a poco meno di 4.700 miliardi di euro al cambio attuale), in ulteriore accelerazione rispetto al 4,8% di maggio (3,0% in aprile). La lettura è inferiore al balzo del 7,2% del consensus ma segna il tasso di crescita più elevato da quando si è iniziato a elaborare la statistica nel 2001. Escludendo i trust la crescita dei prestiti è stata del 6,5% annuo, contro il 5,1% di maggio (3,1% in aprile).

Filippine: in giugno tasso d'inflazione salito al 2,5% annuo

Secondo quanto comunicato da Philippine Statistics Authority (l'ente statistico di Manila), in giugno il tasso d'inflazione è salito nelle Filippine al 2,5% annuo dal 2,1% di maggio. Si tratta del primo incremento dal mese di febbraio. Su base sequenziale, rettificata stagionalmente, l'indice dei prezzi al consumo ha segnato un rialzo dello 0,4% contro lo 0,3% precedente.

RR - www.ftaonline.com

Malaysia: tassi d'interesse tagliati fino ai minimi dal 2004

Bank Negara Malaysia (Bnm, l'istituto centrale di Kuala Lumpur) ha tagliato di 25 punti base i tassi d'interesse portandoli all'1,75% (sui minimi dal 2004), dopo averli abbassati di 50 punti base in maggio (e di 25 punti base nei meeting di gennaio e marzo). La misura era complessivamente prevista: 14 dei 25 economisti che componevano il consensus di Bloomberg si attendevano infatti un taglio di 25 punti base. Bnm ha dichiarato che continuerà a utilizzare le leve politiche nel modo appropriato per creare condizioni favorevoli per una ripresa sostenibile.

Pages

Subscribe to RSS - Mercati asiatici