Mercati asiatici

Singapore: export non petrolifero in crescita del 2,4% annuo

Secondo quanto comunicato da Enterprise Singapore (ente per lo sviluppo alle dipendenze del Ministry of Trade and Industry), in dicembre l'export non petrolifero dalla città-Stato asiatica è salito del 2,4% annuo, dopo il declino del 5,9% di novembre (12,5% il crollo di ottobre) e contro la flessione del 2,0% del consensus. Su base mensile destagionalizzata la lettura è invece per una crescita dell'1,1% contro il precedente progresso del 5,8% (2,9% il declino di ottobre) e contro il calo dell'1,3% atteso dagli economisti.

RR - www.ftaonline.com

Great Wall rileva stabilimento indiano di Gm per 300 milioni

Secondo fonti citate da Reuters, la cinese Great Wall Motor avrebbe raggiunto l'accordo per acquisire lo stabilimento di General Motors (Gm) nello Stato indiano del Maharashtra, per una cifra compresa tra 250 e 300 milioni di dollari. Gm aveva chiuso in rialzo dell'1,14% giovedì a Wall Street.

RR - www.ftaonline.com

Corea del Sud: tassi d'interesse restano invariati all'1,25%

Bank of Korea ha lasciato invariati i tassi d'interesse all'1,25% dopo averli tagliati di 25 punti base nel meeting di ottobre (e avere fatto altrettanto in luglio, in quella che era stata la prima riduzione dal maggio 2016). Il voto non è stato unanime (cinque i membri del board a favore, due quelli contrari) ma era ampiamente previsto: tutti i 33 economisti che componevano il consensus di Reuters non si attendevano alcuna variazione.

RR - www.ftaonline.com

Piazze cinesi contrastate. L'Hang Seng guadagna lo 0,60%

In una seduta complessivamente positiva per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,45%), le piazze cinesi sono state maggiormente contrastate in scia al dato sul Pil: l'espansione economica di Pechino è stata del 6,1% nel 2019, contro il 6,6% del 2018. La lettura, per quanto sia la più debole dal 1990, è in linea con il consensus di Reuters e soprattutto con l'outlook ufficiale del governo cinese.

Turchia: Banca centrale taglia tassi di 75 punti all'11,25%

Türkiye Cumhuriyet Merkez Bankas? (Tcmb, la Banca centrale turca) giovedì ha tagliato i tassi di riferimento di 75 punti base all'11,25% dopo la riduzione di 200 punti decisa in novembre (325 e 250 punti i tagli di settembre e ottobre). La misura è stata più netta rispetto alle attese: il consensus di Reuters era infatti per un ribasso di 50 punti base. In precedenza la Tcmb aveva ridotto i tassi di 425 punti in luglio, in quello che era stato il primo meeting sotto la guida del nuovo governatore Murat Uysal.

RR - www.ftaonline.com

Cina: in dicembre tasso di disoccupazione cresciuto al 5,2%

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechino, in dicembre il tasso di disoccupazione è cresciuto in Cina al 5,2% dal 5,1% registrato in ottobre e novembre (5,2% era stata la lettura anche per agosto e settembre), contro il 4,9% del dicembre 2018. La statistica, elaborata attraverso un sondaggio e introdotta nel 2014 (solo dall'aprile 2018 viene diffusa su base mensile), non è considerata però affidabile da molti economisti, visto che Pechino misura solo l'occupazione nelle aree urbane.

RR - www.ftaonline.com

Cina: investimenti fixed asset in crescita del 5,4% nel 2019

Secondo i dati diffusi dall'Ufficio nazionale di statistica di Pechino, gli investimenti in fixed asset (dato che comprende infrastrutture, apparecchiature industriali e costruzioni) hanno registrato in Cina una crescita del 5,4% nell'intero 2019, contro il progresso del 5,2% atteso dagli economisti per una lettura invariata rispetto ai periodi gennaio-novembre e gennaio-ottobre (5,4% nei primi nove mesi dell'anno).

RR - www.ftaonline.com

Asia-Pacific in positivo. Nikkei 225 in crescita dello 0,45%

Dopo una seduta in netto recupero per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, apprezzatosi giovedì dell'1,06%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza in positivo è complessivamente proseguita anche se con un tono maggiormente contrastato. Al cauto ottimismo per la firma dell'accordo commerciale di fase uno tra Washington e Pechino si affiancano i dati sul Pil cinese: l'espansione economica della Cina è stata del 6,1% nel 2019, contro il 6,6% del 2018.

Nikkei 225: attacco al massimo di dicembre

Mercato azionario giapponese in rialzo. Il Nikkei 225 ha terminato a 24041,26 punti, +0,45% rispetto alla chiusura precedente (23933,13). La settimana va in archivio con una performance pari a +0,80%. L'indice nipponico attacca la resistenza rappresentata dal massimo del 17 dicembre a 24091,12, toccando in intraday i 24115,95.

Cina: vendite al dettaglio salite dell'8,0% annuo a dicembre

Secondo i dati diffusi dal ministero del Commercio di Pechino, in dicembre le vendite al dettaglio sono salite in Cina dell'8,0% annuo, come in novembre (7,2% il progresso di settembre), contro l'incremento del 7,8% del consensus di Reuters.

RR - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Mercati asiatici