Mercati asiatici

Russia: in settembre produzione industriale salita del 3,0%

Secondo quanto comunicato mercoledì dalla Rosstat, l'agenzia ufficiale di statistica di Mosca, la produzione industriale è salita in Russia nel mese di settembre del 3,0% annuo, in ulteriore marginale accelerazione rispetto al 2,9% di agosto (2,8% in luglio) e in linea con il consensus.

RR - www.ftaonline.com

Cina: investimenti diretti esteri cresciuti del 3,8% annuo

Secondo quanto comunicato dal ministero del Commercio di Pechino, gli investimenti diretti esteri in Cina sono cresciuti in settembre del 3,8% annuo a 79,2 miliardi di yuan (pari a poco più di 10 miliardi di euro), in marginale accelerazione rispetto al precedente progresso del 3,7% (8,7% in luglio). Nel periodo gennaio-settembre la crescita è stata invece del 6,5% annuo a 683,2 miliardi di yuan (87 miliardi di euro), contro il 6,9% precedente (7,3% nei primi sette mesi dell'anno).

RR - www.ftaonline.com

TSMC, risultati in crescita nel terzo trimestre

Il colosso dei semiconduttori TSMC ha chiuso il terzo trimestre del 2019 con ricavi in dollari in crescita del 10,7% a 9,4 miliardi (293,05 miliardi di dollari di Taiwan). L'utile per azione nei tre mesi al 30 settembre 2019 è stato pari a 3,9 dollari di Taiwan, ossia 0,62 dollari per ADR.

GD - www.ftaonline.com

Shanghai sotto la parità. Hang Seng in progresso dello 0,69%

In una seduta contrastata per per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha limitato la sua perdita allo 0,09%), Shanghai e Shenzhen scambiano per tutta la giornata tra alti e bassi intorno alla parità. Al termine delle contrattazioni Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 perdono lo 0,05% e lo 0,06% rispettivamente, contro il guadagno limitato allo 0,03% dello Shenzhen Composite. Bene invece Hong Kong: l'Hang Seng segna infatti un progresso dello 0,69% (fa peggio l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento per la Corporate China, apprezzatosi comunque dello 0,53%).

Singapore: export non petrolifero in declino dell'8,1% annuo

Secondo quanto comunicato da Enterprise Singapore (ente per lo sviluppo alle dipendenze del Ministry of Trade and Industry), in settembre l'export non petrolifero dalla città-Stato asiatica è calato dell'8,1% annuo, in ulteriore miglioramento rispetto al precedente declino dell'8,9% (11,4% il crollo di luglio) ma peggio della flessione del 7,2% del consensus. Su base mensile destagionalizzata la lettura è invece per un ribasso del 3,3% dopo il progresso del 6,7% di agosto (3,5% in luglio) e contro il calo del 3,0% atteso dagli economisti.

RR - www.ftaonline.com

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in declino dello 0,09%

Dopo una seduta in rallentamento per Wall Street (peggiore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, deprezzatosi mercoledì dello 0,30%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza si è fatta maggiormente contrastata anche se complessivamente le oscillazioni sono state moderate. Si ferma in ogni caso il recupero durato cinque sessioni, anche a causa del debole dato sulle vendite retail in Usa, che confermano un rallentamento anche per l'economia a stelle e strisce.

Australia: in settembre tasso disoccupazione calato al 5,2%

Secondo quanto reso noto dal Bureau of Statistics di Canberra, in Australia il tasso di disoccupazione, rettificato stagionalmente, è calato al 5,2% in settembre, contro il 5,3% atteso dagli economisti per una lettura invariata rispetto ad agosto (5,2% era già stato segnato in aprile, maggio, giugno e luglio).

RR - www.ftaonline.com

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 -0,2%, FTSE 100 +0,2%, DAX -0,2%. Le chiusure della seduta precedente: Euro Stoxx 50 +0,02%, Londra (FTSE 100) -0,61%, Francoforte (DAX) +0,32%, Parigi (CAC 40) -0,09%, Madrid (IBEX 35) +0,33%, Milano (FTSE MIB) +0,28%.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,20%, NASDAQ Composite -0,30%, Dow Jones Industrial -0,08%.

Australia: Nab Quarterly Business Confidence cala a -2 punti

Terzo trimestre in netta frenata per la fiducia delle imprese in Australia. L'indice Nab Quarterly Business Confidence è infatti calato nei tre mesi allo scorso 30 settembre a -2 punti dai 5 punti del precedente periodo (lettura rivista al ribasso dai 6 punti comunicati in luglio). L'indice relativo alle condizioni di business attuali è invece salito a 2 punti da 1 punto nel secondo trimestre.

RR - www.ftaonline.com

Huawei, nel terzo trimestre ricavi in crescita a 85,68 miliardi di dollari (+24,4%)

Huawei ha annunciato oggi i risultati finanziari relativi al terzo trimestre 2019. Durante i primi tre trimestri di quest'anno, Huawei ha generato ricavi per 85,68 miliardi di dollari, con un incremento del 24,4% su base annua.

Il margine di profitto netto dell'azienda in questo periodo è stato dell'8,7%.

Pages

Subscribe to RSS - Mercati asiatici