Forex

Asia in progresso. A Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,24%

Dopo un avvio d'ottava in moderato arretramento per Wall Street (Dow Jones Industrial Average e Nasdaq hanno perso lo 0,10% lunedì, contro la flessione dello 0,06% dell'S&P 500), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata maggiormente contrastata in assenza di significativi driver per i mercati, anche se i principali indici della regione hanno iniziato la seduta in netto rialzo.

Segnali di risveglio per Eur/Jpy

Segnali di risveglio per Eur/Jpy, che balza oltre la linea che unisce i massimi di marzo a 126 circa, creando le premesse per il ritorno a 127,50 ed eventualmente più in alto verso i massimi di dicembre a quota 129/129,30, a contatto con il lato superiore del canale ribassista disegnato a partire dai top di inizo 2018. Le prospettive di ripresa verrebbero invece negate nel caso di flessioni sotto 124,80, prologo a una rivisitazione dei supporti critici in area 124/124,20, ripetutamente messi sotto assedio già a partire da febbraio.

Eur/Usd recupera quota 1,13

Eur/Usd ha completato la scorsa ottava un Testa spalle rialzista disegnato dal minimo del 29 marzo grazie al superamento a 1,1260 circa della neckline (la linea che unisce i top del 1 e 3 aprile). La figura proietta target a circa 1,1320, ma le quotazioni dovranno allontanarsi in tempi brevi e con maggior decisione da area 1,1260, pena la negazione del segnale rialzista.

Asia in netto rialzo. A Tokyo il Nikkei 225 guadagna l'1,37%

Dopo una chiusura d'ottava in rialzo per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa il Dow Jones Industrial Average, apprezzatosi venerdì dell'1,03%), la nuova settimana inizia per l'Asia in netto recupero in scia alle positive indicazioni in arrivo dalle trimestrali Usa (le apripista Jp Morgan Chase e Wells Fargo hanno fatto meglio delle attese del mercato) ma soprattutto grazie ai segnali dell'avvicinarsi di un accordo commerciale tra Washington e Pechino.

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in crescita dello 0,73%

Dopo una sessione poco mossa ma complessivamente negativa per Wall Street (peggiore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, deprezzatosi giovedì dello 0,21%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata maggiormente contrastata. Mentre si attende l'avvio della tornata di trimestrali a stelle e strisce (apripista big del credito come Jp Morgan Chase e Wells Fargo che comunicheranno i risultati in giornata), il timore sul rallentamento dell'economia globale mette in secondo piano positive indicazioni in arrivo dai dati macroeconomici Usa.

Pages

Subscribe to RSS - Forex