Forex

Yuan sui minimi dal 2008 contro dollaro su escalation guerra commerciale

L'avversione al rischio legata all'escalation nella guerra commerciale tra Cina e Usa ha fatto scivolare lo yuan cinese sul livello più basso degli ultimi undici anni contro il dollaro, a 7,1487, in calo dello 0,8%, mentre lo yuan offshore ha toccato il minimo storico a 7,1858. Nel mese di agosto la valuta cinese ha lasciato sul campo il 3,7%, un deprezzamento che rende più competitive le esportazioni del Sol Levante, compensando almeno in parte i dazi applicati alle merci cinesi verso gli Stati Uniti.

CC - www.ftaonline.com

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei deboli: Euro Stoxx 50 -0,06%, DAX -0,2%, CAC 40 -0,03%, IBEX 35 -0,5%. Le chiusure della seduta precedente: Euro Stoxx 50 -1,17%, Londra (FTSE 100) -0,47%, Francoforte (DAX) -1,15%, Parigi (CAC 40) -1,14%, Madrid (IBEX 35) -0,77%, Milano (FTSE MIB) -1,65%.

Future sugli indici azionari americani in progresso: S&P 500 -0,5%, NASDAQ 100 -0,6%, Dow Jones Industrial -0,4%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -2,59%, NASDAQ Composite -3%, Dow Jones Industrial -2,37%.

Eur/Jpy appiattito sui supporti in area 118

Quadro grafico immutato per l'Euro nei confronti dello Yen appiattito a ridosso di quota 118,00. I corsi hanno avvicinato la prima resistenza determinante a quota 120,50, invertendo la rotta ancor prima di un confronto. Per il momento tuttavia area 118,00 sembra in grado di contenere le pressioni ribassiste, che tornerebbero alla ribalta nel caso di cedimento di questo riferimento, preludio al riavvicinamento ai bottom della primavera 2017 in area 115,00.

Eur/Gbp indietreggia verso i primi supporti

La valuta unica perde quota nei confronti della Sterlina, dopo il test dei record del 2017 in area 0,93. Il ribasso delle ultime settimane potrebbe dimostrarsi tuttavia anche solo un "return move" verso livelli tecnici rilevanti di recente superati. Fino a che area 0,89 sosterrà i prezzi il quadro prospettico rimarrà in favore di una evoluzione rialzista potenzialmente anche estesa, diretta verso la parità tra le due valute, evento mai accaduto nella storia dell'Euro.

Eur/Usd aggrappato ai supporti

Eur/Usd cancella il tentativo di recupero minacciando nuovi cali. I corsi hanno fallito a metà agosto il ritorno in pianta stabile sopra quota 1,1250 confermando i segnali di debolezza manifestati a luglio quando i prezzi erano scesi repentinamente fino a quota 1,1025. La tenuta di questo riferimento, e a maggior ragione dell'area 1,1060 ripetutamente testata nelle ultime sedute, si dimostrerà fondamentale per scongiurare la ripresa del trend ribassista di fondo verso obiettivi a 1,090 e 1,0840 circa, livelli toccati oltre un anno fa.

Pages

Subscribe to RSS - Forex