Forex

Asia negativa. A Tokyo Nikkei 225 in contrazione dello 0,84%

Dopo una seduta negativa per Wall Street (peggiore dei tre principali indici Usa l'S&P 500, deprezzatosi mercoledì dello 0,23%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza ribassista si è consolidata in vista del lungo weekend pasquale: venerdì gran parte dei mercati globali resterà chiusa (da Wall Street a Sydney e Hong Kong) e molti non scambieranno neppure lunedì 22 aprile. Scarso impatto sui mercati dalle nuove trimestrali uscite in Usa, mentre sul fronte della guerra commerciale tra Washington e Pechino l'accordo potrebbe arrivare con l'inizio di maggio. Lo U.S.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei in rosso: Euro Stoxx 50 -0,4%, FTSE 100 -0,2%, DAX -0,4%, CAC 40 -1,4%, IBEX 35 -0,6%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: Euro Stoxx 50 +0,41%, Londra (FTSE 100) +0,02%, Francoforte (DAX) +0,43%, Parigi (CAC 40) +0,62%, Madrid (IBEX 35) +0,55%, Milano (FTSE MIB) +0,37%.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,3%, Dow Jones Industrial -0,3%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,23%, NASDAQ Composite -0,05%, Dow Jones Industrial -0,01%.

Euro dollaro in lotta con forte resistenza

Euro dollaro in lotta con forte resistenza. L'euro dollaro e' salito fino a quota 1,1325 euro, sugli stessi livelli gia' messi sotto pressione il 12 aprile, avviando poi una flessione. Sul grafico intraday si e' quindi disegnato un potenziale doppio massimo, figura ribassista che verrebbe comunque confermata solo sotto 1,1280. Sugli stessi livelli si colloca anche la base del canale crescente che parte dai minimi del 2 aprile.

Asia mista sul Pil cinese. Nikkei 225 in rialzo dello 0,25%

Dopo una seduta positiva per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, apprezzatosi martedì dello 0,30%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata invece maggiormente mista dopo che Pechino ha comunicato che il Pil della Cina è cresciuto del 6,4% annuo nel primo trimestre 2019, con lo stesso tasso registrato nell'ultimo periodo del 2018, in quella che resta la peggiore performance dal 2009. Il dato è comunque superiore al 6,3% del consensus del Wall Street Journal.

Asia in progresso. A Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,24%

Dopo un avvio d'ottava in moderato arretramento per Wall Street (Dow Jones Industrial Average e Nasdaq hanno perso lo 0,10% lunedì, contro la flessione dello 0,06% dell'S&P 500), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata maggiormente contrastata in assenza di significativi driver per i mercati, anche se i principali indici della regione hanno iniziato la seduta in netto rialzo.

Segnali di risveglio per Eur/Jpy

Segnali di risveglio per Eur/Jpy, che balza oltre la linea che unisce i massimi di marzo a 126 circa, creando le premesse per il ritorno a 127,50 ed eventualmente più in alto verso i massimi di dicembre a quota 129/129,30, a contatto con il lato superiore del canale ribassista disegnato a partire dai top di inizo 2018. Le prospettive di ripresa verrebbero invece negate nel caso di flessioni sotto 124,80, prologo a una rivisitazione dei supporti critici in area 124/124,20, ripetutamente messi sotto assedio già a partire da febbraio.

Pages

Subscribe to RSS - Forex