Forex

Testa spalle rialzista per l'euro dollaro

Testa spalle rialzista per l'euro dollaro. Il cambio euro dollaro ha superato a 1,1260 la linea che unisce i massimi del 1° e del 3 aprile, "neckline" del testa spalle rialzista disegnato sul grafico intraday dal minimo del 29 marzo. Il rialzo del prezzo del greggio, sostenuto dalle tensioni in Libia, potrebbe essere tra le cause della debacle del biglietto verde. Il Brent ha toccato in area 70,60 dollari i massimi da novembre. Target del testa spalle rialzista per l'euro dollaro a 1,1320 circa.

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in ribasso dello 0,21%

Dopo una chiusura d'ottava in positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, apprezzatosi venerdì dello 0,59%), la nuova settimana inizia maggiormente contrastata per i mercati dell'Asia con le piazze cinesi che segnano le performance migliori in avvio (venerdì erano rimaste ferme per la celebrazione della festività di Qingming, il Giorno degli antenati).

Sterlina, gli occhi restano puntati sulla Brexit

Sterlina, gli occhi restano puntati sulla Brexit. Theresa May ha presentato ufficialmente una richiesta di rinvio all'Unione Europea. Il Regno Unito vorrebbe posticipare l'uscita dall'Unione con un termine massimo al 30 giugno, con l'accordo di partecipare alle elezioni europee nel caso sia necessario tutto il tempo richiesto. Secondo indiscrezione l'Europa potrebbe concedere fino ad un anno di sospensione.

Potenziale testa spalle rialzista per l'euro dollaro

L'Eur/Usd ha messo a segno una reazione dopo aver avvicinato con i minimi del 2 aprile di area 1,1180 i minimi del 7 marzo di area 1,1175. Le oscillazioni disegnate dal minimo del 29 marzo hanno le sembianze di un testa spalle rialzista, una figura che verrebbe tuttavia completata solo con la rottura della linea che unisce il top dell'1 e del 3 aprile, passante a 1,1260 circa. Oltre quei livelli possibile una correzione estesa di tutto il ribasso subito dal top del 20 marzo.

Asia contrastata ma a Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,38%

Dopo una giornata contrastata per Wall Street (in negativo dei tre principali indici Usa comunque il solo Nasdaq, deprezzatosi giovedì di appena lo 0,05%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza mista è proseguita, in una seduta per altro a mezzo servizio, per la contemporanea chiusura delle piazze di Shanghai, Shenzhen e Hong Kong (come per altro pure di Taiwan), per la celebrazione della festività di Qingming (il Giorno degli antenati).

Pages

Subscribe to RSS - Forex