Forex

Eur/Usd resiste (per ora) sopra i minimi di marzo

Eur/Usd debole nell'ultima ottava. La moneta unica resiste (almeno per il momento) sopra i minimi di marzo a 1,1174. La violazione definitiva di questo limite invierebbe un forte segnale ribassista valido nel medio lungo termine in grado di riattivare il downtrend partito all'inizio del 2018 in direzione di target a 1,11, minimi di maggio/giugno 2017, e più in basso fino a 1,1050, per il test del lato inferiore del canale ribassista che scende dai top di inizio anno.

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in declino dello 0,27%

Dopo una seduta di netto recupero per Wall Street (con S&P 500 e Nasdaq entrambi su nuovi massimi martedì), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata invece maggiormente contrastata, in assenza di quei fattori rialzisti (i positivi risultati trimestrali della Corporate America) che avevano sostenuto gli scambi a New York.

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in rialzo dello 0,19%

Dopo un avvio d'ottava misto per Wall Street (dei tre principali indici Usa il solo Dow Jones Industrial Average aveva chiuso in negativo lunedì 22 aprile, segnando una contrazione dello 0,18%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza contrastata è proseguita, mentre i mercati tornano alla normalità successivamente al lungo weekend pasquale. Protagonista il petrolio, che si muove sui massimi dell'anno (il Wti guadagna circa lo 0,50% dopo il balzo del 2,50% segnato lunedì). Il risultato è un marginale apprezzamento per l'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso.

Pages

Subscribe to RSS - Forex