Forex

Asia contrastata. A Tokyo calo dell'1,61% per il Nikkei 225

Dopo una seduta in negativo per Wall Street (peggiore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, deprezzatosi mercoledì dello 0,63%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata maggiormente contrastata, con il principale fattore ribassista che resta il calo dei rendimenti dei titoli di Stato: quello dei Treasury Usa decennali è scivolato sui minimi dal dicembre 2017 al 2,35% mentre per i bond di pari durata del Giappone il declino è sul livello più basso dal 2016.

Shanghai e Shenzhen in rialzo. Il Nikkei 225 perde lo 0,23%

Dopo una seduta positiva per Wall Street (migliore dei tre principali indici Usa l'S&P 500, apprezzatosi martedì dello 0,72%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è invece stata contrastata, con gli investitori che continuano a focalizzarsi sulla debolezza dell'outlook economico globale, dopo che nei primi due mesi del 2019 i profitti industriali hanno segnato in Cina il declino più netto da quando nell'ottobre 2011 Reuters ha iniziato a monitorare la statistica.

Shanghai ancora in declino. Nikkei 225 in recupero del 2,15%

Dopo un avvio d'ottava sostanzialmente piatto per Wall Street (dei tre principali indici Usa in negativo il solo Nasdaq, deprezzatosi lunedì di appena lo 0,07%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è invece di recupero dopo lo scivolone con cui era iniziata la settimana. Si allentano i timori di recessione innescati dal rischio d'inversione per la curva dei rendimenti, dopo che il differenziale tra Treasury Usa decennali e a tre mesi era effettivamente scivolato in negativo venerdì per la prima volta dal 2007. Lunedì il rendimento dei decennali ha infatti recuperato terreno.

Pages

Subscribe to RSS - Forex