Forex

Eur/Usd, test dall'alto di ex resistenza

Eur/Usd return move su ex ostacoli. Ottava debole per il cambio che arretra fino a quota 1,1250 circa testando dall'alto la ex resistenza definita dai massimi di maggio. Il ribasso delle ultime sedute potrebbe dimostrarsi quindi anche solo un "return move" verso livelli tecnici rilevanti di recente superati. Fino a che area 1,1250 sosterrà i prezzi il quadro prospettico rimarrà quindi in favore di una evoluzione rialzista diretta verso 1,1420, target del doppio minimo disegnato tra aprile e maggio, e fino a quota 1,1450 circa, top di marzo.

Asia in flessione ma a Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,40%

Dopo una seduta positiva per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, apprezzatosi giovedì dello 0,57%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è invece stata di complessivo arretramento, a fronte delle tensioni geopolitiche legate agli apparenti attacchi a due petroliere nello Stretto di Hormuz (che divide il Golfo Persico dal Golfo di Oman). L'incidente, che ha spinto in rialzo del 2,2% Brent e Wti giovedì, è stato attribuito da Washington all'Iran.

Flash mercati

Future sugli indici azionari europei poco mossi: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: Euro Stoxx 50 +0,10%, Francoforte +0,45%, Londra -0,01%, Parigi +0,01%, Madrid +0,06%, Milano (FTSE MIB) +0,76%.

Future sugli indici azionari americani misti: S&P 500 +0,04%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial +0,12%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,41%, NASDAQ Composite +0,57%, Dow Jones Industrial +0,39%.

Dollaro in ripresa contro Euro

Dollaro in marginale recupero contro euro dopo lapubblicazione dei dati sui sussidi di disoccupazione e i prezzi alleimportazioni apparsi peggiori rispetto alle attese. Il cambio eur/usd si èportato a 1,1273 dando continuità al ribasso partito dai massimi di ieri inarea 1,1340. Fino a 1,1250 la flessione resterebbe compatibile con l'ipotesi diun successivo allungo che spinga i corsi verso 1,1430, target del doppio minimodisegnato a 1,1110 a cavallo tra aprile e maggio. Sotto 1,1250 invece il calopotrebbe farsi più insistente e procedere verso 1,1180 almeno. Target successivoin area 1,1125.

Lo yen rallenta la corsa a metà seduta, male la sterlina

Recupera in parte i ribassi di inizio seduta il Dollar Index in queste ore con un -0,02% che lo riporta a quota 96,98. Gli osservatori dei mercati valutari tengono in queste ore lo yen che riduce però il vantaggio sul dollaro allo 0,05% dopo la corsa di stamane. Il vantaggio della valuta giapponese, considerata un tipico bene rifugio, è dello 0,01% sull'euro e dello 0,21% sulla sterlina.

Pages

Subscribe to RSS - Forex