Forex

Prosegue il buon momento per Eur/Usd

La reazione messa a segno dalla Moneta unica a partire dai minimi di fine settembre a 1,0879 è proseguita con forza anche nell'ultima ottava gettando le basi per una inversione del ribasso degli ultimi quattro mesi. Le quotazioni hanno accelerato al rialzo dopo la rottura a 1,10 circa del lato superiore del canale ribassista disegnato dai top di giugno riconquistando quota 1,1110, picco di settembre.

Acquisti sulla sterlina dopo l'intesa sulla Brexit

Sterlina in rialzo nei mercati internazionali dopo l'annuncio di un accordo a Bruxelles sull'uscita ordinata del Regno Unito dall'Unione Europea. La valuta britannica guadagna lo 0,17% sull'euro e lo 0,68% sul dollaro.

Una nota ufficiale della Commissione Europea conferma il raggiungimento di un'intesa dopo una notte di negoziati. L'esecutivo UE raccomanda infatti al Consiglio europeo di appoggiare l'accordo che include una revisione del protocollo sui rapporti tra Irlanda e Irlanda del Nord.

Asia contrastata. A Tokyo Nikkei 225 in declino dello 0,09%

Dopo una seduta in rallentamento per Wall Street (peggiore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, deprezzatosi mercoledì dello 0,30%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza si è fatta maggiormente contrastata anche se complessivamente le oscillazioni sono state moderate. Si ferma in ogni caso il recupero durato cinque sessioni, anche a causa del debole dato sulle vendite retail in Usa, che confermano un rallentamento anche per l'economia a stelle e strisce.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 -0,2%, FTSE 100 +0,2%, DAX -0,2%. Le chiusure della seduta precedente: Euro Stoxx 50 +0,02%, Londra (FTSE 100) -0,61%, Francoforte (DAX) +0,32%, Parigi (CAC 40) -0,09%, Madrid (IBEX 35) +0,33%, Milano (FTSE MIB) +0,28%.

Future sugli indici azionari americani deboli: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,20%, NASDAQ Composite -0,30%, Dow Jones Industrial -0,08%.

Shanghai in declino. A Tokyo Nikkei 225 in rialzo dell'1,20%

Dopo una seduta in netto rialzo per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi il Nasdaq, apprezzatosi martedì dell'1,24%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza in positivo è proseguita. La spinta ai mercati è arrivata dall'avvio della tornata di trimestrali della Corporate America, che ha complessivamente mostrato un'economia Usa in salute. Mentre gli investitori scommettono su un'intesa commerciale più ampia tra Washington e Pechino, segnali distensivi arrivano anche dall'Europa, con minori possibilità che la Brexit si concretizzi senza un accordo con la Ue.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei sotto la parità: Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 -0,3%, DAX -0,1%. Le chiusure della seduta precedente: Euro Stoxx 50 +1,19%, Londra (FTSE 100) -0,03%, Francoforte (DAX) +1,15%, Parigi (CAC 40) +1,04%, Madrid (IBEX 35) +1,19%, Milano (FTSE MIB) +1,21%.

Future sugli indici azionari americani in lieve calo: S&P 500 -0,2%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +1,00%, NASDAQ Composite +1,24%, Dow Jones Industrial +0,89%.

Eur/Gbp accelera al ribasso

Ulteriore rafforzamento della Sterlina che tocca un nuovo minimo dallo scorso maggio a 0,8630. Dopo aver mancato il ritorno sopra quota 0,90, Eur/Gbp è tornato a scendere con prepotenza violando in rapida successione i minimi di settembre in area 0,88, quota pari al 61,8% di retracement del rialzo da maggio, e la ex resistenza a 0,8670. Il rischio di affondo sui bottom primaverili e base dell'ampia e prolungata fase laterale sviluppatasi negli ultimi tre anni, a 0,8490/0,85, appare sempre più concreto.

Pages

Subscribe to RSS - Forex