Rassegna Stampa

Deutsche Bank potrebbe perdere 1,5 miliardi con Commerzbank

Secondo fonti citate da Bloomberg, Deutsche Bank stima che potrebbe perdere circa un quinto dei ricavi complessivi annuali di Commerzbank nel caso di una fusione con la connazionale. L'integrazione delle due banche potrebbe comportare 1-1,5 miliardi di euro in meno rispetto al totale attuale. D'altra parte la perdita di business e i costi di ristrutturazione previsti dovrebbero essere compensati nel tempo da risparmi sulla spesa, stimati in circa il 40% della base di costo di Commerz, ovvero 2,7 miliardi.

Crollo a Mumbai per Jet Airway su possibile stop operazioni

Jet Airways ha toccato un crollo superiore al 18% a Mumbai (peggiore performance dall'agosto 2015), dopo che il management della compagnia aerea indiana, da tempo in crisi, ha proposto lo stop alle operazioni, secondo quanto riportato dall'emittente televisiva finanziaria Et Now. Lunedì il gruppo aveva dichiarato, in una lettera inviata ai dipendenti, che avrebbe esteso fino a giovedì la sospensione dei voli internazionali visto che non aveva ricevuto finanziamenti provvisori dalle banche.

Anche Citigroup e Baml lavorano all'Ipo asiatica di Ab Inbev

Secondo quanto riportano fonti citate da Reuters, Anheuser-Busch InBev (Ab InBev) avrebbe dato mandato anche a Citigroup e Bank of America Merrill Lynch (Baml) di lavorare alla potenziale Ipo delle sue attività asiatiche. Le due banche si sarebbero così unite a Jp Morgan Chase & Co e Morgan Stanley, scelte già in febbraio per preparare il collocamento a Hong Kong da cui è attesa una raccolta di 5 miliardi di dollari.

Evans (Fed) vede tassi Usa invariati fino all'autunno 2020

Secondo Charles Evans, president della Federal Reserve (Fed) di Chicago, i tassi d'interesse Usa potrebbero restare invariati fino all'autunno del 2020. "Li vedo stabili e invariati fino all'autunno 2020 per contribuire a sostenere le prospettive sull'inflazione", ha dichiarato lunedì in un'intervista alla Cnbc.

Asia in progresso. A Tokyo il Nikkei 225 guadagna lo 0,24%

Dopo un avvio d'ottava in moderato arretramento per Wall Street (Dow Jones Industrial Average e Nasdaq hanno perso lo 0,10% lunedì, contro la flessione dello 0,06% dell'S&P 500), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata maggiormente contrastata in assenza di significativi driver per i mercati, anche se i principali indici della regione hanno iniziato la seduta in netto rialzo.

Per Kuroda protezionismo commerciale maggiore rischio globale

Secondo Haruhiko Kuroda, governatore della Bank of Japan (BoJ), l'aumentato protezionismo commerciale è il maggiore rischio per l'economia globale. Intervistato lunedì dalla Cnbc, Kuroda ha notato come la recente revisione al ribasso della crescita economica da parte del Fondo monetario internazionale (Fmi) non preveda un peggioramento della guerra commerciale tra Usa e Cina.

Rosengren (Fed) chiede introduzione di forchetta inflazione

Secondo Eric Rosengren, presidente della Federal Reserve (Fed) di Boston, l'istituto centrale di Washington dovrebbe valutare l'introduzione di una forchetta per l'obiettivo d'inflazione. Come riporta Reuters, visto che la Fed è "costretta ad accettare" una crescita dei prezzi inferiore al 2% nei periodi di crisi, potrebbe impegnarsi ad andare oltre tale soglia "nei tempi buoni".

Piazza Affari in progresso. FTSE MIB +0,28%

Piazza Affari in progresso. FTSE MIB +0,28%.


Il FTSE MIB segna +0,28%, il FTSE Italia All-Share +0,29%, il FTSE Italia Mid Cap +0,38%, il FTSE Italia STAR +0,47%.

BTP negativi.
Il decennale rende il 2,56% (+6 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 248 bp (+3 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: Euro Stoxx 50 +0,1%, FTSE 100 invariato, DAX +0,2%, CAC 40 +0,1%, IBEX 35 +0,3%.

Brembo sui massimi da fine settembre con dichiarazioni Bombassei

Brembo +2,6% tocca i massimi da fine settembre dopo l'intervista a CorrierEconomia del presidente (e principale azionista con il 53,5%) Alberto Bombassei. Il gruppo dovrebbe raddoppiare le proprie dimensioni nell'arco dei prossimi 4-5 anni grazie ad acquisizioni.

SF - www.ftaonline.com

Telecom in recupero: focus su Sky e rete

Telecom Italia, +1,2% a 0,5210 euro, in recupero dopo le flessioni accusate nella seconda parte della scorsa ottava e causate da indiscrezioni secondo cui Sky Italia potrebbe entrare nella telefonia fissa a fine estate. L'ipotesi circola da tempo: un anno fa Sky annunciò il lancio di servizi in banda larga tramite Open Fiber. Secondo alcuni analisti sentiti da Reuters il rischio di arrivo di Sky sul fisso è però già incorporato nello scenario su cui si basano le valutazioni di Telecom.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa