Rassegna Stampa

Banca Carige (+1,5%): a breve il rating su cartolarizzazione npl

Banca Carige in rialzo su indiscrezioni del Sole 24 Ore in base alle quali l'assegnazione del rating da parte delle agenzie alla prima tranche da 1,1 miliardi di euro lordi di npl cartolarizzati dovrebbe avvenire a breve. Il quotidiano aggiunge che il management resta ancorato all'attuale piano industriale che non prevede aumenti di capitale.

Sharp vola a Tokyo (+11%) dopo indiscrezioni del Nikkei sull'outlook d'esercizio

Sharp ha toccato un progresso dell'11% in intraday a Tokyo dopo che il quotidiano Nikkei ha riportato che nell'attuale esercizio (in chiusura il 31 marzo del 2017) l'utile operativo è atteso intorno a 40 miliardi di yen (circa 350 milioni di euro), contro i 13 miliardi (114 milioni di euro) del consensus di Bloomberg. Sharp non ha fornito di recente dati aggiornati sulla sua performance e comunicherà i risultati trimestrali il prossimo 1° novembre.

Mitsubishi Motors vola a Tokyo (+7,85%). Ghosn verso la nomina a chairman

Mitsubishi Motors ha segnato il guadagno più netto in oltre cinque mesi a Tokyo, dopo che il quotidiano Nikkei ha scritto che Carlos Ghosn, chief executive di Renault e Nissan, in dicembre verrà nominato chairman del gruppo automobilistico giapponese. In maggio, Nissan Motor aveva raggiunto l'accordo per rilevare il 34% del capitale di Mitsubishi Motors per 237,4 miliardi di yen (2,08 miliardi di euro al cambio attuale). In intraday il titolo Mitsubishi ha toccato un guadagno del 10,7% per poi chiudere in progresso del 7,85% contro l'apprezzamento dello 0,21% del Nikkei 225.

Telecom Italia (+3,3%) accelera con dichiarazioni a.d. Cattaneo a Valor Economico

Telecom Italia (+3,3%) in ottima forma in scia alle dichiarazioni dell'a.d. Flavio Cattaneo al brasiliano Valor Economico. Il manager pensa che l'obiettivo di copertura dell'84% del mercato italiano con la fibra ottica entro il 2018 possa essere anticipato grazie al forte ritmo di crescita di nuovi clienti nel segmento del fisso registrato a settembre, con una variazione a doppia cifra su settembre 2015.

Caltex Australia conferma offerta per le stazioni di servizio di Woolworths in deal da oltre 1 mld

Confermando le indiscrezioni stampa, Caltex Australia ha comunicato di avere presentato una proposta per acquisire la catena di stazioni di riferimento del colosso della grande distribuzione australiano Woolworths. Secondo gli analisti il gestore di aree di servizio e minimarket, che già fornisce il carburante a Woolworths, dovrebbe pagare 1,5 miliardi di dollari australiani (pari a poco più di 1 miliardo di euro) per il business della connazionale.

Ubs investe 920 mln per integrare la piattaforma It del wealth management

Secondo quanto riporta Reuters, Ubs si prepara a investire 1 miliardo di franchi (920 milioni di euro) nella standardizzazione della sua piattaforma It per il suo business del wealth management, con l'obiettivo finale di ridurre i costi. "Si tratta di integrare la nostra infrastruttura storicamente frammentata a livello globale in un'unica piattaforma", ha spiegato a Reuters il chief operating officer del wealth management di Ubs Dirk Klee. Il colosso elvetico non ha però fornito stime su quali siano i risparmi previsti dalla ristrutturazione.

Airbus scommette sul sorpasso di Boeing per aerei consegnati entro il 2020

Airbus punta a sorpassare la rivale Boeing, in termini di consegne annuali di velivoli, entro il 2020. Se il colosso aerospaziale europeo è al comando della gara per quanto riguarda gli ordinativi, nota Reuters, il gruppo Usa è avanti sin dal 2012 per il numero di consegne. "Nel 2020 consegneremo di nuovo più aerei di Boeing", ha però promesso Fabrice Brégier, chief executive di Airbus, in un'intervista pubblicata dal quotidiano tedesco Die Welt.

Deutsche Bank potrebbe ridimensionare il business Usa

Secondo diverse fonti stampa, Deutsche Bank starebbe valutando varie opzioni strategiche, tra cui il ridimensionamento delle attività in Usa, all'interno di un più ampio piano di ristrutturazione finalizzato all'abbattimento dei costi. Per il Sueddeutsche Zeitung, una ritirata dagli Usa sarebbe già stata discussa dal supervisory board e appare più probabile della vendita dell'asset management. L'edizione domenicale di Die Welt ha invece scritto che Deutsche Bank potrebbe essere costretta a ridimensionare le attività americane all'interno dell'accordo con lo U.S. Justice Department.

Altice pronta a ricorrere contro lo stop dell'Amf allo swap azionario su Sfr

Secondo quanto riporta Bloomberg, Altice si preparerebbe ad appellarsi contro la decisione dell'Autorité des marchés financiers (Amf, l'autorità di controllo dei mercati finanziari francesi), che a inizio ottobre aveva bloccato il buyout del 22,25% del capitale ancora non controllato in Sfr da parte del gruppo di proprietà del miliardario franco-israeliano Patrick Drahi, sottolineando che l'operazione non rispetta le normative, senza entrare nell'immediato nel merito della sua pronuncia.

In uscita il chief executive di Hershey John Bilbrey

Secondo quanto riporta Reuters, John Bilbrey, chief executive di Hershey, si preparerebbe a lasciare la guida del colosso Usa del cioccolato. Bilbrey dovrebbe lasciare l'incarico la prossima estate e il board di Hershey, che in agosto aveva respinto il tentativo di Opa da 23 miliardi di dollari da parte di Mondelez International (colosso dell'alimentare nato nel 2012 dalla separazione delle attività negli snack di Kraft), avrebbe già formato un comitato per individuare il successore. Hershey aveva chiuso in progresso dello 0,74% la seduta di giovedì al Nyse.

Pages

Subscribe to RSS - Rassegna Stampa